Da quando sei scomparsa

untitled

Titolo: Da quando sei scomparsa

Autore :Daly Paula

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine: 356

Traduttore: Biavasco A.; Guani V.

Voto: 6

Romanzo carino, ideale per farci compagnia durante viaggi..

r303yzpl

Lisa è una donna come tante, che come tante cerca di essere una buona madre per i suoi tre figli, una buona moglie, una buona lavoratrice e come tante annaspa per tenere insieme tutti i pezzi della sua vita. Ma poi, in un giorno particolarmente difficile di una settimana particolarmente difficile, accade qualcosa di terribile. Basta un attimo di distrazione, una banale dimenticanza e Lucinda, un’amica tredicenne di sua figlia, sparisce nel nulla. E la responsabilità è solo di Lisa, cui era stata affidata. Accusata dalla pubblica opinione, Lisa decide di intraprendere un’indagine privata per discolparsi e così facendo rivelerà l’orrore che si cela sotto l’apparente tranquillità della vita quotidiana.

 

(Dal web)

Annunci
Published in: on 23 dicembre 2014 at 11:04  Lascia un commento  

Sei sempre stata mia

TSei sempre stata mia_300X__exact

Titolo: Sei sempre stata mia

Autore: Jasinda Wilder

Data uscita:17/06/2014

Pagine:320

Voto: 6 –

 Romanzo leggero…senza grandi pretese…

 

divisori_libri_01 

Nell e Kyle hanno sedici anni, sono giovani e innamorati. Si conoscono da sempre, sono cresciuti insieme, hanno condiviso ogni singolo momento della loro vita e per la prima volta stanno scoprendo cosa significa amare. Il sentimento che li lega sembra invincibile e la vita piena di promesse e speranze. Finché una notte Kyle muore in un tragico incidente. Ora che Kyle non c’è più, Nell non ha più una ragione di vita: ha perso il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo unico vero amore. Poi, al funerale, mentre appoggiata a un albero in disparte cerca di trattenere a stento le lacrime, incontra per la prima volta gli occhi azzurri di Colton, il fratello maggiore di Kyle. Ha un viso familiare e struggente, scolpito e bellissimo come quello di Kyle. Solo più vecchio, e più duro. Si scambiano qualche inutile parola di consolazione, una sigaretta. Entrambi cercano di reagire a quella perdita come possono. Ma è un vuoto incolmabile. Quando anni dopo si rincontrano a New York, si abbandonano a un bacio inaspettato, intenso eppure pieno di dolore. E allora si rendono conto di non poter resistere alla passione che li attrae l’uno all’altro, negando a se stessi la possibilità di essere felici. Colton insegnerà così a Nell a soffrire e a piangere, a vivere di nuovo e ad aprire il suo cuore per tornare ad amare. Perché a volte la fine improvvisa di un amore perfetto può essere il perfetto inizio di un altro.

(Dal web)

Published in: on 22 dicembre 2014 at 10:08  Lascia un commento  

: Il calendario dell’Avvento

 

Blog1

Titolo: Il calendario dell’Avvento

Autore: Arslan Antonia

Anno di pubblicazione: 2013

Pagine: 149

Editore : Piemme (collana Piemme voci)

Voto : 5 –

 

Adoro il Natale..soprattutto i giorni che lo precedono..i preparati..l’attesa che si sente nell’aria…per questo appena ho visto esposto “Il calendario dell’Avvento”, ho deciso di leggerlo…purtroppo sono rimasta delusa..le storie non mi hanno emozionato..non mi hanno coinvolto…

divisori_natale

Dicembre è lo scrigno di ogni festa futura. Se ne contano i giorni, uno per uno. Quattro sono le settimane dell’Avvento, quattro le candele che si devono accendere sul davanzale della finestra, una per ogni domenica. Mentre l’anno e la luce del giorno precipitano verso il buio, quelle piccole luci coraggiosamente dichiarano una speranza. Alfa e Omega, principio e fine, nascita e morte. E in mezzo il respiro di un’attesa. La parabola esistenziale di ciascuno di noi è fatta di piccole e grandi sospensioni: la trepidazione per una nascita, la fiducia in una nuova stagione, la realizzazione di un progetto, la preghiera per una guarigione, il desiderio di un ritorno. Aspettare non è mai atto passivo. Come per i bambini, che a Natale non riescono a star fermi, l’attesa è movimento, creazione, passione. Questo vogliono rappresentare le storie di questo piccolo libro, familiari e fantastiche, che attingono a tradizioni diverse, occidentali e orientali, seguendo un ritmo musicale, sensibile, per declinare quel senso della vita che tutti cerchiamo e che risuona nella voce del verbo “attendere”.

(Dal web)

Published in: on 3 dicembre 2014 at 15:30  Lascia un commento  

Hotel World

Pasta

Titolo: Hotel World

Autore: Ali Smith

Traduttore: Aceto F.

Editore: Minimum Fax

Collana: Sotterranei

Data di Pubblicazione: Giugno 2004

Pagine: 212

Voto: 5

 

Spesso scelto i romanzi in base alla copertina, al titolo…a volte rimango soddisfatta della scelta altre invece rimango un po’ delusa..come in questo romanzo…Le storie in un certo senso sono concatenate fra di loro…ma rimangano indefinite…quando terminavo un racconto ero insoddisfatta…avevo mille domande e pochissime risposte…

divisori27

Una storia che comincia dalla fine, cinque donne i cui destini si incrociano sullo sfondo del lussuoso Global Hotel: un fantasma che cerca di trattenere i colori, i sapori, i ricordi, le parole, prima che il mondo svanisca per sempre; una barbona ossessionata dagli spiccioli e dalla poesia metafisica; una receptionist afflitta da una misteriosa malattia che le fa dimenticare tutto tranne i jingle delle pubblicità televisive; una giornalista bugiarda patologica con la passione per il porno e una ragazzina che cerca di scoprire se sua sorella si è suicidata o è stata vittima di un assurdo incidente.

(Dal web)

Published in: on 27 novembre 2014 at 09:59  Lascia un commento  

Il nero e l’argento

BlogTitolo : Il nero e l’argento

Autore: Giordano Paolo

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine: 118

Editore: Einaudi (collana Supercoralli)

Voto: 6 –

 Questo romanzo non mi ha colpito più di tanto…è scritto bene…è scorrevole..ma non mi ha emozionato…la storia non mi ha coinvolto…

x7a8rp0s

È dentro le stanze che le famiglie crescono: strepitanti, incerte, allegre, spaventate. Giovani coppie alle prime armi, pronte ad abbracciarsi o a perdersi. Come Nora e suo marito. Ma di quelle stanze bisogna prima o poi spalancare porte e finestre, aprirsi al tempo che passa, all’aria di fuori. “A lungo andare ogni amore ha bisogno di qualcuno che lo veda e riconosca, che lo avvalori, altrimenti rischia di essere scambiato per un malinteso”. È così che la signora A., nell’attimo stesso in cui entra in casa per occuparsi delle faccende domestiche, diventa la custode della loro relazione, la bussola per orientarsi nella bonaccia e nella burrasca. Con le pantofole allineate accanto alla porta e gli scontrini esatti al centesimo, l’appropriazione indebita della cucina e i pochi tesori di una sua vita segreta, appare fin da subito solida, testarda, magica, incrollabile. “La signora A. era la sola vera testimone dell’impresa che compivamo giorno dopo giorno, la sola testimone del legame che ci univa. Senza il suo sguardo ci sentivamo in pericolo”.

 

(Dal web)

Published in: on 23 ottobre 2014 at 13:10  Lascia un commento  

Io, te e la vita degli altri

Blog1

Titolo: Io, te e la vita degli altri

Autore: Vincent Maston

Editore:Salani

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine:300

Voto: 6

 Nonostante la trama sia originale…questo romanzo non mi ha entusiasmato molto…molti punti sono stati solo abbozzati…i personaggi sono stati delineati in maniera grossolana…

4d2lq7jt

Germain vive a Parigi ma ce le ha tutte: è timido, è appassionato di strani gruppi musicali, è balbuziente, si è persino innamorato della sua logopedista Clotilde e vive in un mondo tutto suo. C’è un solo posto dove trova pace: il metrò. Meglio delle sedute, il sottosuolo si trasforma per lui in una vera terapia. Lì si sente protetto in mezzo alla folla. Si diverte a indovinare le vite degli altri e a prendersi piccole rivincite dalle ingiustizie della vita, come un vero supereroe, spingendo e pestando i piedi. Un giorno però è lui a essere spinto da una ragazza; si chiama Claire e fa parte di una banda che fa esattamente quello che fa lui. Germain decide di unirsi a loro e improvvisamente smette di balbettare. Questo è solo l’inizio di un’imprevedibile nuova vita. Ma nel metrò, come sul ring , non si può toccare gli altri senza rischiare di prendersi qualche botta, o senza finire in situazioni davvero difficili e inimmaginabili, che ti ribaltano ancora una volta la vita. Ma quanto ci vuole per capire che forse possiamo essere amati per quello che siamo e con tutti i nostri difetti?

 

(Dal web)

Published in: on 16 ottobre 2014 at 11:53  Lascia un commento  

L’ enigma del gallo nero

pasta

Titolo: L’ enigma del gallo nero

Autore: C. J. Sansom

Traduttore: Balducci G.

Editore: Sperling & Kupfer

Anno di pubblicazione: 2008

Pagine: 432

Voto : 6 ½

 Un detective originale….un’ambientazione cupa e misteriosa…un periodo storico incerto e violento…tutti questi ingredienti sono mescolati fra di loro con grande maestria…e rendono questo romanzo un giallo avvincente…

E’ molto simile al “Nome della Rosa” , ma non per questo parlerei di plagio…ma semplicemente di un omaggio…Dalla letteratura si genera letteratura..

divisori_autunno_02

Inghilterra, autunno del 1537. Mastro Shardlake viene inviato nell’abbazia benedettina di Scarnsea per indagare su due crimini inquietanti. Nella stessa notte, infatti, qualcuno ha decapitato con una spada il commissario regio Robin Singleton, in missione segreta nel convento, e una mano sacrilega ha messo il cadavere insanguinato di un gallo nero sull’altare. Ma chi possiede una simile arma in quello che dovrebbe essere un tranquillo luogo di meditazione e preghiera?


(Dal web)

Published in: on 14 ottobre 2014 at 08:09  Lascia un commento  

Splendore

Blog1

Titolo: Splendore

Autore : Mazzantini Margaret

Anno di pubblicazione: 2013

Pagine: 309

Editore: Mondadori (collana Scrittori italiani e stranieri)

Voto:

 

Avevo molte aspettative su questo romanzo.. la trama mi intrigava…ed invece ho faticato a terminarlo..troppo lento..senza coinvolgimento emotivo…

separatori (132)

Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?” si chiedono i protagonisti di questo romanzo. Due ragazzi, due uomini, due destini. Uno eclettico e inquietto, l’altro sofferto e carnale. Una identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. Un filo d’acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi. Nel luogo dove hanno imparato l’amore. Un luogo fragile e virile, tragico come il rifiuto, ambizioso come il desiderio. L’iniziazione sentimentale di Guido e Costantino attraversa le stagioni della vita l’infanzia, l’adolescenza, il ratto dell’età adulta. Mettono a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, la stessa incolumità personale. Ogni fase della vita rende più struggente la nostalgia per l’età dello splendore che i due protagonisti, guerrieri con la lancia spezzata, attraversano insieme. Un romanzo che cambia forma come cambia forma l’amore, un viaggio attraverso i molti modi della letteratura, un caleidoscopio di suggestioni che attraversa l’archeologia e la contemporaneità. E alla fine sappiamo che ognuno di noi può essere soltanto quello che è. E che il vero splendore è la nostra singola, sofferta, diversità.

 

(Dal web)

Published in: on 25 settembre 2014 at 13:00  Lascia un commento  

Per vendetta

PerissinottoPERVENDETTAesec.indd

Titolo : Per vendetta

Autore: Perissinotto Alessandro

Anno di pubblicazione: 2009

Pagine: 243

Voto : 5¾

 

 La storia non mi ha emozionato..ma nello stesso tempo neppure annoiato..è un romanzo mediocre..che già dopo qualche settimana dimenticherò…

dinnerbar1Efrem Parodi, trentacinque anni, è il nuovo professore di Storia contemporanea della Piccola Città, nel nord-ovest dell’Argentina. Quando arriva in Sudamerica vuole solo inseguire il miraggio di un Nuovo Mondo, dimenticare il proprio passato e lo squallido presente dell’Italia. Alicia, seduta in prima fila, è l’alunna più brillante del corso. Lui ha il carisma, lei una bellezza selvatica che non lascia scampo. I due si osservano, poi si cercano con gli occhi e poi lo sguardo non basta più: quando infine si accende, la loro passione sembra assorbirli totalmente e placare le inquietudini di entrambi. Ma sotto quel carisma e quella bellezza si nascondono tragedie irrisolte, ferite aperte e profonde come quelle che ancora lacerano il continente sudamericano. E se le ferite tornano in superficie, l’amore si trasforma in follia. Mossi da una comune ossessione, Efrem e Alicia si spingeranno fino alla ‘fin del mundo’, in una ricerca destinata a riannodare i fili che uniscono l’Italia all’Argentina, i fili dell’emigrazione ma anche quelli che legano la P2 di Licio Gelli e il Vaticano alla feroce dittatura militare degli anni Settanta. Partito dal poliziesco, Perissinotto approda a una detection diversa, che si snoda tra gli incubi e i fantasmi della Storia. Il suo ottavo romanzo diventa così un lucido viaggio nella coscienza di un uomo e di due Paesi, un percorso che propone senza ipocrisia il tema della vendetta come consolazione dell’innocente di fronte alle mostruosità del potere.

 (Dal web)

Published in: on 23 settembre 2014 at 14:20  Lascia un commento  

La magia di un buongiorno, Un dialogo con i lettori che continua da 15 anni

Titolo: La magia di un buongiorno, Un dialogo con i lettori che continua da 15 anni

Autore: Massimo Gramellini

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine: 304

Voto:

Blog

In questo suo ultimo libroMassimo Gramellini ha raccolto 15 anni di corsivi che ha scritto sul suo giornale “La stampa” 365 Buongiorno, fatti di ironia, di allegria, ma anche di rabbia…riporta il lettore indietro negli anni..facendoci ricordare avvenimenti che non dobbiamo dimenticare… E’ da anni che seguo Massimo Gramellini nei suoi interventi a “Che tempo che fa”, le sue riflessioni sono sempre profonde..ironiche…ma non avevo mai letto i suoi romanzi… ma dovrò rimediare…

Published in: on 9 settembre 2014 at 06:53  Lascia un commento