Una vita in più di Antonella Boralevi

Oggi vi voglio parlare di un romanzo veramente triste..ma nello stesso tempo pieno di speranza.Questa storia mi ha colpito molto, mi ha fatto emozionar, sorridere…

Lola è un’umile ragazzina di origine calabrese, piena di incantato stupore, ignorante eppure maestra nell’arte generosa di farsi coinvolgere da tutto ciò che la circonda, dando luce a ogni cosa che sfiora. Ernesto è un professore universitario cinquantenne, introverso, abitudinario, a suo agio soltanto nell’ordinato mondo dei numeri. La sua vita, deserta di affetti fin nei più lontani ricordi, è improvvisamente attraversata da una passione sorprendente, folgorante e vitale. Michele è un giovane studente universitario, bello di una bellezza consapevole, indolente e dispettoso, ribelle e allo stesso tempo conformista. Un ragazzo pieno di contraddizioni e alla ricerca di un’identità ancora tutta da scoprire. E poi c’è Josè, un figlio che nessuno sembra volere ma che scoprirà, inaspettato, l’amore vero, quello che nulla chiede e però sa dare. Perché, come dice Lola: “I figli sono di chi gli vuole bene”. Attraverso le storie di questi personaggi, così veri, così profondi, Antonella Boralevi ci consegna una storia straordinaria che sa parlare al cuore dei lettori, una vicenda che tocca i nervi scoperti del presente, e pone delle domande essenziali sull’amore, sull’essere genitori e sull’estenuante complessità dell’oggi. Ma “Una vita in più” è anche un romanzo che scava in fondo al disordine dell’amore, all’imperscrutabile mondo dei sentimenti, che esplodono, fanno male, eppure sono l’essenza profonda di ciò che ci rende umani.

Published in: on 30 maggio 2011 at 11:11  Lascia un commento  

Semina…

Semina semina….

l’importante è seminare

-poco, molto, tutto-

il grano della speranza….

Semina il …tuo sorriso

perché splenda intorno a te.

Semina le tue energie

per affrontare

le battaglie della vita.

Semina il tuo coraggio

per risollevare quello altrui.

Semina il tuo entusiasmo,

la tua fede,

il tuo amore.

Semina le più piccole cose,

i nonnulla.

Semina e abbi fiducia:

ogni chicco arricchirà

un piccolo angolo della terra.

(Vittorio Francione)

Published in: on 23 maggio 2011 at 13:34  Lascia un commento  

Red

Sono andata a vedere questo film ieri sera, e devo dire che mi è piaciuto parecchio..non è il solito film d’azione, è un mix di vari generi, le risate non mancano così come le scene d’azione..

Il film Red è diretto dal regista Robert Schwentke ed è tratto dal breve fumetto DC Comics scritto da Warren Ellis e illustrato da Cully Hammer. Nella sua trasposizione cinematografica, il film Red è stato completamente reinventato nella sceneggiatura scritta dei fratelli Hoeber..

Nella trama del film, Frank Moses (Bruce Willis) è un ex agente della CIA in pensione. Sarah (interpretata da Mary-Louise Parker) è una ragazza ingenua e sognatrice che Frank ha conosciuto al telefono. Ma i segreti di stato in possesso di Frank lo hanno trasformato in un bersaglio dell’ Intelligence da eliminare in fretta. Frank recluta allora i suoi vecchi compagni: il vecchio Joe (Morgan Freeman), il folle Marvin (John Malkovich), il russo Ivan (interpretato da Brian Cox), e lady Victoria (interpretata da Helen Mirren). La fuga di Frank Moses si fa vendetta.

Ecco alcune redenzioni che ho trovato sul web:

  • Un film medio, che ha il suo punto di forza e di distinzione nel cast, molto compreso ed integrato nei ruoli, a cui conferiscono un tocco riconoscibile e divertito di classe e personalità. Willis e John Malkovich svettano su tutti ed è un piacere sincero rivedere Mary Louise Parker.Un cinefumetto riuscito perché resta un fumetto senza pretese ed assecondato da una discreta verve in cabina di regia e da una buona tecnica. Migliore la prima parte più compatta e ritmata, con un certo mordente ironico, che la seconda, più rilassata e diluita, che conduce in tranquillità verso il twist finale. Essenziale con tanto fumetto dentro. Me gusta.
  • Gran bel film Red, visto domenica scorsa, azione dall’ inizio alla fine e pure un sacco di risate ! anche se non ho letto il fumetto originale della Comics
  • Fino a pochi anni fa sarebbe stato impensabile vedere in un film di contaminazione tra generi, nomi affermati e con curriculum di qualità come Morgan Freeman, Helen Mirren e John Malkovich.

Published in: on 21 maggio 2011 at 18:31  Lascia un commento  

A Tutte Noi….

A tutte le donne che amano

A tutte le donne che soffrono,

che urlano la loro rabbia

o che la portano celata nel cuore.

A tutte le donne che sanno apprezzare,

amando fino in fondo i loro uomini

A tutte le donne che sono disprezzate

A tutte le donne che continuano ad amare la vita,

nonostante tutto

A tutte le donne che si cercano ancora,

a tutte quelle che invece hanno trovato

l’immenso nei petali di un fiore

A tutte quelle che ringraziano Dio,

perché stringono tra le braccia un bambino

e a tutte quelle che non potranno mai farlo

e sorridono comunque

A TUTTE NOI…BUONA VITA

Published in: on 19 maggio 2011 at 13:57  Lascia un commento  

Trova il tempo…

Trova il tempo di riflettere, é  la fonte della forza.

Trova il tempo di giocare, é il segreto della giovinezza.

Trova il tempo di leggere, é la base del sapere.

Trova il tempo di essere gentile,  é la basa della felicita’.

Trova il tempo di sognare,  é il sentiero che porta alle stelle.

Trova il tempo di Amare, é la vera gioia di vivere.

Trova il tempo di essere contento éla musica dell’anima.

(Antica Ballata Irlandese)

 

Published in: on 17 maggio 2011 at 14:44  Lascia un commento  

Cuore o Mente ?

E’ stata una settimana difficile..e la giornata di oggi è stato un mezzo disastro..mi dovrei consolare col fatto che sono riuscita a sistemare una situazione lavorativa delicata..ma se fossi stata più brava,  il problema non sarebbe neppure sorto.. Non riesco ad uscire dalla mediocrità, non riesco ha trovare un vero scopo nella vita..La mia filosofia di vita è quella di vivere il presente..di assaporare ogni istante, ma in giornate come queste mi chiedo se questo mio modo di pensare sia una specie di fuga…Bisogna vivere alla giornata o fare scelte in vista del futuro? Vivere il presente significa ragionare col cuore..seguire l’intuito, invece decidere pensando al futuro significa mettere la ragione al primo posto..Cuore o mente, chi bisogna ascoltare? Ho scelto di fare la programmatrice senza una ragione particolare, è stata una decisione istintiva..che non riesco ancora ha motivare..Ho fatto la scelta giusta? Se avessi ascoltato che mi indirizzava su una strada più “umanistica” sarei stata più soddisfatta? Avrei avuto più soddisfazioni?

 

Published in: on 13 maggio 2011 at 19:18  Lascia un commento  

STAMATTINA

aprendo la finestra un angelo..

mi ha chiesto cosa mi auguro

per oggi..

ho risposto…

di prendersi cura delle persone

che leggono questo messaggio…

e delle loro famiglie..

Gli angeli esistono e quando

non hanno le ali si chiamano amici.

(Dal Web)


Published in: on 11 maggio 2011 at 07:47  Lascia un commento  

Cattura l’Attimo…

Mi piace osservare il mondo

catturare immagini ed emozioni

imprimerle nella memoria e non solo

Fermare il tempo,

congelare l’istante

uno sguardo

un sorriso…

E con la mente ritornare

a quell’Attimo fuggente

dolce o triste ricordo

immortalato

per l’eternità…

(Nunzia D’Aquale)



Published in: on 10 maggio 2011 at 14:23  Comments (5)  

Dolce Mamma

La tua dolcezza mamma è
Una cosa che riempie il cuore.
Mamma, sei così dolce
Che, come una stella, illumini il mio cammino.
Mamma, quando mi accarezzi sento
Fruscio nel cuore
Come di ruscello
Che scorre fra i boschi.
Mamma il tuo sorriso è più bello di una rosa
Che non smette mai di profumare.
Mamma, la dolcezza che mi dai 
È come un cielo che si apre
E non si chiude mai.
Ti voglio tanto bene
E non smetterò di volertene mai.

 

(Jessica, dal web)

Published in: on 8 maggio 2011 at 16:36  Comments (14)  

L’acquario di Genova

Sabato scorso sono andata a Genova a visitare l’acquario..se devo essere sincera mi aspettavo qualcosa di più…ma nonostante questo ho pensato che valeva la pena inserire un intervento sul mio blog..

L’acquario di Genova è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle celebrazioni per i 500 anni della scoperta dell’america (il cosidetto Expo 1992 di Genova) insieme all’area del Porto Antico.
E’ uno dei più grandi acquari d’Europa e la struttura è stata progettata dall’Architetto Renzo Piano (come tutta l’area del Porto Antico) ed è tale da ricordare una nave adagiata sul porto. Davanti alla struttura, verso il mare, è ancorata una vera nave (anche se non “navigante”) chiamata Nave Italia che ospita parte del percorso espositivo dell’acquario di Genova.
All’interno dell’Acquario di Genova oltre alle numerosissime vasche, si fanno notare 3 grandi vasche al cui interno ospitano rispettivamente: delfini, squali e foche.

L’acquario è diviso in sei aree, che sono:

  • Mari freddi
  • Mari tropicali
  • Mar Mediterraneo
  • Acque salmastre
  • Acque dolci tropicali
  • Foreste tropicali


La Biosfera, progettata da Renzo Piano e realizzata nell’ambito del restyling urbanistico dell’area del 2001, è una struttura sospesa sul mare, realizzata in vetro e acciaio. Al suo interno è conservato un delicatissimo ecosistema che ospita piante e animali della foresta pluviale, tra cui anfibi, rettili, insetti, uccelli. 


Published in: on 6 maggio 2011 at 15:26  Lascia un commento