Paulo Coelho – L’Amore

 

Paulo Coelho  uno dei miei scrittori preferiti..le sue parole arrivano dritte al cuore..ti conquistano l’anima.. Non mi stancherò mai di leggere Undici Minuti un vero capolavoro della letteratura…Leggendo la breve introduzione si potrebbe correre il rischio di pensare che il racconto ruoti attorno alla ricerca di sesso (la protagonista è una prostituta)..ma non è così…il tema di tutta l’opera è l’amore con la A maiuscola..ma non quello che troviamo nelle fiabe…ma un sentimento più vero..che ognuno di noi può incontrare nella vita di tutti i giorni..un sentimento che può cambiarci la vita..

Published in: on 24 giugno 2010 at 05:10  Lascia un commento  

Nascità

Ho appena assistito alla più grande miracolo della natura…Il nostro cane, un setter di nome Tina, è appena diventata mamma di sette bellissimi cuccioli..ho visto venire al mondo queste piccoli esserini…li ho carezzati..sotto lo sguardo attendo della mamma..che nonostante i dolori del parto…continuava a leccarli…con così tanto amore..che era impossibile non commuovermi…I gatti, richiamati dal trambusto..sbirciavano dalla porta…pieni di curiosità…anhe loro sono stati stregati..dal grande miracolo della nascità..

 

Published in: on 22 giugno 2010 at 04:51  Lascia un commento  

Domande

Sii paziente verso tutto ciò che è irrisolto nel tuo cuore e …

cerca di amare le domande,

che sono simili a stanze chiuse a chiave

e a libri scritti in una lingua straniera.

Non cercare ora le risposte che non possono esserti date

poiché non saresti capace di convivere con esse.

E il punto è vivere ogni cosa.

Vivi le domande ora.

Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga,

di vivere fino al lontano giorno in cui avrai la risposta.

 

(Rainer Maria Rilke)

 

 

Published in: on 21 giugno 2010 at 22:27  Lascia un commento  

Tristezza

A volte, se si è tristi, basta uscire di casa per trovare consolazione. Il vento può  farti la carezza che non ti fa chi ti ama, la pioggia confondere le sue gocce con le  tue lacrime, il sole asciugarti le lacrime e scaldarti con il suo calore,e un fiore,  ricordarti con il suo profumo che ci sono sempre cose belle.

 

(Romano Battaglia)

 

 

Published in: on 16 giugno 2010 at 22:45  Lascia un commento  

Le stagioni del cuore (4° Parte – L’inverno)

Inverno:  L’inverno ci sorprende con lo sguardo rivolto al cielo  ad inseguire il volo degli ultimi uccelli. Il tempo che passa non ci fa più paura. Tiranno  e nemico dell’età verde, è diventato  ora  nostro  discreto compagno di viaggio. E’ il tempo della malinconia,della nostalgia, del dolce abbandonarsi, del beato smarrirsi! I pensieri indugiano pigri sulle emozioni passate, mentre una lacrima dispettosa, sfugge al nostro controllo.  La danza delle ultime foglie sul marciapiede cattura il nostro sguardo, mentre i pensieri liberi come l’aria  fuggono  verso l’orizzonte  lontano.  L’importante è non avere troppi rimpianti! Ognuno di noi è responsabile solo di se stesso, e credetemi, diventiamo giudici inflessibili  e crudeli. E se, a volte ci assale la tristezza e un senso di abbandono e di solitudine, ricordiamo sempre un detto tibetano che recita" La tua casa non è mai troppo vuota e triste se la tua mente è piena". Se abbiamo vissuto con intensità tutte le stagioni della nostra vita, non c’è spazio per i se e per i ma. Sarebbe triste negarci  anche  le attenuanti di eventuali errori!  Il più grave insulto che potremmo fare a noi stessi è dire “Avrei potuto farlo, ma non l’ho fatto”. Se ciò che ha mosso ogni nostro singolo passo è stato l’amore allora non abbiamo vissuto invano! Quel sentimento che sconvolge grandi e piccoli, che muove  le montagne, che fa  sognare,che fa trepidare, è un tesoro che non si perde con l’età, anzi esso si rafforza e diventa immenso.  Ed ecco che siamo pronte a dare  senza pensare a ricevere, grate solo per il fatto di riuscire ancora a far felici gli altri. Del resto le emozioni non sono fatte di carta, né di parole e allora facciamo che a scattare le ultime diapositive sia solo il cuore!

 

 

In questi giorno mi sento come se fosse giunto per me l’inverno..il tempo della malinconia..della nostalgia…della solitudine…

 

Published in: on 15 giugno 2010 at 20:07  Lascia un commento  

Addio Gigio

 

Il rapporto che si viene ad instaurare con il proprio cane..gatto…é qualcosa di unica..che è difficile spiegare a parole..e quando questo legame viene a mancare..e come se una parte della nostra anima se n’è andasse…Qualche minuto fa, ho preso in braccio per l’ultima volta Gigio…non sentire più il suo cuore battere è stato come ricevere una pugnalata…basta….non voglio affezionarmi mai più a  nessun animale…non riuscirei più a sopportare la loro lenta agonia..a dargli l’ultimo addio…Dopo la morte di Lilla, ero convinta che sarebbero passati tanti anni prima che dovessi piangere un altro animale..invece oggi ho dovuto dare l’addio a Gigio, che anche se mi ha fatto compagnia solo per un anno..si è ritagliato un spazio nel mi mio cuore….mi mancheranno i suoi abbracci..i suoi deboli miagoli…le sue fusa…Grazie Gigio per le emozioni che mi hai regalato..

Published in: on 13 giugno 2010 at 21:26  Lascia un commento  

Le stagioni del cuore (3° Parte – Autunno)

Autunno:  Il vento ci porta sussurri lontani,  lievi e seducenti come promesse! E’ il tempo delle riflessioni,  di quello che potevamo fare e non abbiamo fatto, di quello che potevamo dire e non abbiamo detto! I ricordi si affollano scomposti nella nostra mente e noi indugiamo nell’analisi crudele dei nostri comportamenti. Si ricorda  di quando abbiamo offeso un amico e umiliato il nostro nemico. Dei sorrisi che abbiamo negato,delle mani che non abbiamo stretto, delle lacrime che non abbiamo asciugato. Troppo incentrate su noi stesse per accorgerci dell’altro! E mentre guardiamo il sole  al tramonto che incendia  le colline in lontananza, un lieve struggimento tiene prigioniero il nostro cuore. Ah, se potessi tornare indietro?. Abbraccerei  una volta di più mia madre, regalerei un po’ del mio tempo a chi era triste, consolerei chi aveva pianto. Ma il tempo è scaduto e,  rassegnate, sconfortate e forse anche deluse,non ci rimane altro che attendere il  prossimo!

 

Published in: on 11 giugno 2010 at 23:53  Lascia un commento  

Le stagioni del cuore (2° Parte – L’estate)

Estate:  Pochi battiti del cuore e ci ritroviamo in estate.  Il tempo della realizzazione! Il bruco che si trasforma in farfalla,  la ragazza che diventa donna.  I frutti maturi e profumati vanno colti senza indugio: frizzanti, tenaci, folli, pretendiamo la realizzazione dei nostri sogni.  Si diventa trasgressive, audaci,  possessive, intransigenti. La nuova consapevolezza diventa la nostra armatura, la lingua è una spada affilata, il nostro carattere è focoso e irruento. L’estate , complice e ruffiana, ci spinge allo scontro e al confronto con gli altri. Lo specchio rimanda l’immagine di una persona nuova, diversa, intrigante. Questo è il tempo per progettare, pianificare, realizzare. Ma attenzione i nostri desideri non possono fermare il tempo, implacabile, crudele,esigente.  Ed ecco che, improvvisamente, una nuova stagione è già alle porte.

 

 

 

P.S. Sto vivendo questa stagione del cuore…

Published in: on 10 giugno 2010 at 19:58  Lascia un commento  

Le stagioni del cuore (1° Parte – Primavera)

La primavera rappresenta la nostra giovinezza,la nostra bellezza, il nostro entusiasmo. Essa condensa e accende i primi palpiti del cuore, giovane, leggero, strafottente. E’ il tempo della ribellione, del volere,  dell’osare! Niente fa paura,  niente è impossibile! L’irruenza trascina tutto e tutti! Ci si sente forti,  invincibili,  attraenti!  Il  tempo è profumato, colorato, allegro. Respiriamo i profumi della vita con gli occhi incantati,  luminosi. L’ottimismo riscalda i nostri cuori, l’allegria eleva ed esalta la nostra anima. Viviamo con la leggerezza e la superficialità proprie della primavera,senza sapere che tutto è provvisorio,tutto cambia,tutto sfuma.

 

 

Published in: on 9 giugno 2010 at 23:45  Lascia un commento  

Amici a quattro zampe…

Con l’arrivo del primo caldo le condizioni del mio piccolo Gigio sono peggiorate..è da giorni che per fargli mangiare un po’ di carne..dobbiamo inventarci mille stratagemmi..e oggi ha anche iniziato ad avere problemi di respirazione..domani inizieremo una cura a base di vitamine..speriamo che servono a qualcosa..

 

Nonostante le sue condizioni di salute sono state sempre altalenanti (in un anno di vita più di una volta ha rischiato di morire)..non mi sono mai pentita di aver scelto lui come mio gatto…non è possibile scegliere a chi dare il nostro affetto…non conta quanto tempo stanno con noi (comunque sono sicura che anche questa volta supererà la fase critica…)…la cosa veramente importante è quello che ci danno…senza i nostri amici a quattro zampe la nostra vita sarebbe molto più grigia..e monotona…Non riesco proprio a comprendere chi maltratta gli animali..come si può far del male ad un batuffolo di pelo..

 

                       

Published in: on 8 giugno 2010 at 03:43  Lascia un commento