Piazza di spagna

All’inizio del ‘500 questa zona era considerata suburbana. La piazza fu a lungo il luogo di arrivo e di sosta delle vetture a cavalli che, entrando dalla Porta del Popolo, punto di accesso dal nord fin dall’antichità, portavano gli stranieri a Roma. Il nome della piazza deriva dal palazzo sede dell’Ambasciata di Spagna presso lo Stato Pontificio e, dopo il 1870, presso la Santa Sede.

La piazza è dominata dalla magnifica scala in travertino di Trinità dei Monti ed è sovrastata dall’omonima Chiesa, mentre alla base ecco la Fontana della Barcaccia, scolpita da Pietro Bernini e figlio nel 1629.

La scalinata, punto di ritrovo per turisti e romani, cambia il suo aspetto in base alla stagione: in primavera viene adornata interamente con vasi di azalee colorate regalando uno spettacolo davvero incredibile; in estate lo spettacolo continua con sfilate di alta moda; in inverno fa da sfondo ad un suggestivo presepe.

 

(Dal web)

piazza_di_spagna

Published in: on 30 aprile 2013 at 11:38  Lascia un commento  

Il richiamo dell’angelo

images

Titolo: Il richiamo dell’angelo

Autore: Musso Guillaume

Traduttore :  Serra L.

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine:  371

Editore: Sperling & Kupfer  (collana Pandora)

Voto: 6 ++

 In questo romanzo Musso si allontana un po’ dal suo solito stile..e il racconto perde un po’ della magia che trovavo in ogni sua opera..

LIBRI_small

Un thriller romantico in cui si intrecciano suspense e sentimenti. Dentro quei telefonini c’era tutta la loro vita. New York, aeroporto JFK. In un’affollata area d’imbarco Madeline e Jonathan, due perfetti sconosciuti, si scontrano. Un vivace battibecco, poi ciascuno riprende la propria strada. Le vacanze natalizie sono alle porte: lei sta per salire sul volo per Parigi, dove possiede un avviato negozio di fiori, e lui è in partenza per San Francisco, dove gestisce un modesto ristorante. Non immaginano certo che i loro destini s’incroceranno di nuovo. Una volta atterrati e scoperto con disappunto di essersi scambiati i cellulari nell’urto, ciascuno prova l’irresistibile impulso di curiosare nei segreti dell’altro. E questa reciproca indiscrezione fa riemergere un passato doloroso per entrambi, perché nessuno dei due è quello che sembra. La foto di una ragazza scomparsa. Un volto sconosciuto eppure familiare. Una sconcertante rivelazione. Inizia così una vicenda mozzafiato, punteggiata di colpi di scena, sorprese, inattesi capricci del destino. E mentre i due protagonisti rincorrono piste sempre più pericolose, l’amore fa capolino, suggellando lo spettacolare epilogo sullo sfondo di una New York sepolta dalla neve.

 

(Dal web)

Published in: on 29 aprile 2013 at 08:35  Lascia un commento  

La Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi è la più grande ed una fra le più note fontane di Roma, è considerata una delle più celebri fontane del mondo.

La celebre fontana in stile rococò fu iniziata da Nicola Salvi  ( che vinse il concorso indetto da papa Clemente XII) nel 1732 e completata nel 1762 da Giuseppe Pannini.

Il monumento, alimentato da uno dei più antichi acquedotti romani, quello dell’Acqua Vergine, raffigura un Oceano su un cocchio a forma di conchiglia trainato da cavalli marini, guidati da tritoni.

 Durante il Medioevo l’acqua di Trevi era controllata dai “marescalchi” della Curia capitolina che avevano il compito, una volta al mese, di accertarsi che nessun privato cittadino sfruttasse la fonte ad uso personale. Inoltre l’accesso alla fonte era protetto da una cancellata onde regolare l’afflusso della popolazione e degli “acquaroli”, che riempivano interi barili d’acqua che poi rivendevano a domicilio.

 Prima di allontanarvi non dimenticate di lanciare una monetina nella fontana, vi assicurerà il ritorno nella città eterna. Se invece siete in cerca del grande amore, magari di nazionalità italiana, allora gettatene una seconda, una terza, infine, per essere sicuri di convolare presto a nozze.

 Una curiosità: la fontana è stata la splendida cornice di una scena del famosissimo film di Fellini “la dolce vita” in cui una provocante Anita Ekberg avvolta in un vestito nero si bagna nelle acque della fontana chiamando Marcello Mastroianni.

 

(Dal web)

Foto 

Published in: on 24 aprile 2013 at 07:12  Lascia un commento  

Week-end a Roma

Questa mattina sarei stata volentieri a letto…il week-end a Roma sta facendo sentire gli strascichi..Sabato ho pranzato a casa..e alla sera ero a Roma a ballare..in uno dei locali più noti di latino..Ormai con gli aeri le distante sono diventate relative..abbiamo impiegato più tempo ha percorrere i pochi Km che dividono la stazione Termini a Ciampino..che per arrivare a Orio…

Foto (69)

Siamo partiti da Bergamo, con un tempo quasi autunnale..ma poi per fortuna a Roma abbiamo trovato temperature gradevoli..e così abbiamo potuto girare per le vie delle città eterna sotto un bel sole..siamo riusciti a visitare più di quello che avevo immaginato..siamo andati in piazza San Pietro, abbiamo lanciato la monetina nella fontana di Trevi, siamo andati in piazza di Spagna..e al Colosseo..ed infine abbiamo intravisto gli scavi del Circo Massimo…E’ stato proprio un bellissimo fine settimana..per di più in ottima compagnia…Roma_panoramica

 In questi giorni ho avuto la dimostrazione che purtroppo gli Italiani sono un popolo di maleducati (per fortuna non tutti)…nel tentativo d’entrare in Piazza San Pietro siamo stati ricoperti più volte da frasi poco carine..dalle stesse persone che poco prima hanno assistito alla benedizione del papà..invece nel pomeriggio abbiamo avuto la dimostrazione che la gentilezza e l’educazione esiste ancora..Una coppia di signori americani ci hanno chiesto un’informazione e per ringraziarci ci hanno regalato due rose rosse..che ci hanno fatto compagnia per tutto il viaggio..peccato che alla fine del viaggio sono arrivate in pessime condizioni..

index

Published in: on 22 aprile 2013 at 09:24  Lascia un commento  

Roma

Domani si parte per Roma…non riuscirò a visitare la città, visto che avremo a disposizione solo un giorno per fare i turisti..ma spero almeno di riuscire ad andare in San Pietro..e magari al Colosseo..La cosa fondamentale però è che sia un fine settimana piacevole e diverso..la routine ultimamente sta iniziando a pesarmi..con l’arrivo delle belle giornate..ho voglia di fare delle gite..stare all’aria aperta…

Roma

Published in: on 19 aprile 2013 at 13:58  Lascia un commento  

L’ ombra del sole

94903SOLE

Titolo : L’ ombra del sole

Autore : Maurin Christelle

Traduttore : Lionetti C.

Anno di pubblicazione: 2007

Pagine: 244

Editore : Sperling & Kupfer  (collana Pandora)

Voto: 6++

L’autore è stato bravo ad incuriosire il lettore.. Leggendo questo romanzo, mi è venuta voglia di visitare la reggia di Versailles, di leggere qualcosa sul Re Sole..e sulla sua corte.

004fh3

Oggi come ieri la luce emanata dal re Sole tinge di giallo la storia di Francia. Versailles ai nostri giorni: nella celebre reggia, teatro della sontuosa corte di Luigi XIV, una donna viene trovata morta con un foro di pistola in mezzo alla fronte. Nonostante il commissario Axel Beaumont e il suo staff dispongano immediate misure di sicurezza, la mano assassina colpisce ancora con precisione indisturbata, penetrando negli ambienti senza forzarne le serrature. In breve e con grande imbarazzo degli inquirenti, il numero delle vittime sale a quattro. Sono tutte giovani, uccise secondo le stesse modalità e senza un chiaro movente. Le persone che per motivi di lavoro ruotano attorno allo splendido palazzo vengono interrogate una per una: dall’agitatissimo direttore Evrard all’ignaro giardiniere Édouard, dalla dolce restauratrice Marie al burbero architetto Rodolphe. Ma se da questi si ricavano scarse indicazioni utili alle indagini, è dalle informazioni storiche sul luogo e soprattutto sugli intrighi e le passioni che l’hanno animato ai tempi di Luigi XIV che scaturirà il filo rosso per la risoluzione del caso. Un intreccio avvincente che proietta il lettore in un mondo sospeso fra le ombre del passato e le figure del presente in un gioco di specchi dagli esiti sorprendenti.

 

(Dal web)

Published in: on 17 aprile 2013 at 12:34  Lascia un commento  

Isolina

images

Titolo :  Isolina

Autore:  Maraini Dacia

Anno pubblicazione: 1995,

Pagine: 200

Voto :  5½

 Mi piace molto questa scrittrice, ma questa volta mi ha un po’ deluso..il resoconto degli avvenimenti è molto dettagliato, ma alla fine risulta impersonale

22

Isolina è un romanzo inchiesta, la ricostruzione attraverso documenti d’ archivio di un fatto di cronaca nera dell’ inizio del Novecento. E’anche un modo per riportare alla memoria un personaggio completamente dimenticato, ignorato . Un modo per risarcirlo.

Ciò che colpisce la scrittrice che ottant’anni dopo si mette sulle tracce di Isolina è la scomparsa di ogni traccia. Nessuno la ricorda e nessuno, soprattutto i suoi parenti, la vuole ricordare. Isolina non è morta bene. Di lei è rimasta solo una nota della spesa

 

(Dal Web)

Published in: on 12 aprile 2013 at 11:26  Lascia un commento  

La madre

la-madre-mama-01

Cast: Jessica Chastain, Jane Moffat, Daniel Kash, Morgan McGarry, Julia Chantrey, Javier Botet, Isabelle Nélisse, Megan Charpentier, Nikolaj Coster-Waldau, David Fox

Regia: Andres Muschietti

Fotografia: Antonio Riestra

Montaggio: Michele Conroy

Musiche: Fernando Velázquez

Paese: Spagna, USA 2013

Durata: 100 Minuti

Data uscita Italia: 21 Marzo 2013

Voto: 6++

Mi aspettavo qualcosa di più da questo film,  (vietato ai minori di 14 anni), le scene da “’paura” sono veramente poche, concentrate soprattutto nella seconda parte della pellicola. Personalmente penso che se le scene topiche del film fossero state accompagnate da musiche più inquietante..il film avrebbe guadagnato in brivido.

divisore (48)

Annabel e Lucas sono una coppia di trentenni innamorati che si ritroveranno davanti a una scelta difficile: quella di dover allevare tra le mura della loro casa le due piccole figlie della sorella di lui, Lilly e Victoria.
Le due bimbe, sei anni la prima e pochi di più la seconda, sono state ritrovate in una casa isolata nei boschi, dove hanno vissuto da sole per cinque anni, da quando cioè la loro madre morì assassinata e loro sparirono nel nulla.
Annabel a Lucas sanno di non avere un compito facile: Lilly e Victoria sono poco più che selvagge piene di paura e cattive abitudini.
Ma c’è dell’altro. Lilly non fa che chiamare la sua “mama” e un’atmosfera di nera inquietudine cala sulla loro nuova casa, senza contare i numerosi episodi inspiegabili e perturbanti che avvengono sempre più frequentemente tra quelle mura.
Le due bimbe sono state veramente da sole in quei cinque anni? Cosa ha vissuto con loro? Cosa le ha seguite in quella casa?

 

(Dal web)

Published in: on 11 aprile 2013 at 11:50  Lascia un commento  

Ti prego, lasciati odiare

TI-PREGO-LASCIATI-ODIARE

Titolo: Ti prego, lasciati odiare

Autore: Anna Premoli

Pagine: 318

Data di uscita: Gennaio 2013

Editore: Newton Compton

Voto: 6

 

Un romanzo leggero, divertente…l’ideale per distrarsi…

libri2

Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due team nella stessa banca d’affari londinese, tra di loro è da sempre scontro aperto e dichiarato. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: gestire i capitali di un nobile e facoltoso cliente. E così si ritrovano a dover passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l’orario d’ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di Londra e le sue “frequentazioni” non passano mai inosservate: basta un’innocente serata trascorsa in un ristorante, per farli finire sulla pagina gossip di un noto quotidiano inglese. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con la collega hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca con il facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ben presto però, quello che per Jennifer sembrava uno scherzo, si rivela più complicato del previsto e un bacio, che dovrebbe far parte della messa in scena, scatena brividi e reazioni del tutto inattesi…

Published in: on 5 aprile 2013 at 08:03  Lascia un commento  

The Host

the-Host

Titolo : The Host

Uscita in Italia: 28/03/2013

Genere:  Fantascienza

Regia: Andrew Niccol

Attori:
Saoirse Ronan, Diane Kruger, Max Irons, Jake Abel, William Hurt, Frances Fisher, Boyd Holbrook, Scott Lawrence, Chandler Canterbury, Raeden Greer

Durata: 125 Minuti

Voto:

Non amo molto i film di fantascienza, per questo non ero molto attratta da questa pellicola..ma visto che era l’unico film trasmesso in orario decente..abbiamo deciso di rischiare la visione…e devo dire che alla fine sono stata contenta della scelta. Si è dimostrato un film piacevole.

separatore

The Host, l’ospite, è un  film tratto dall’omonimo romanzo di Stephenie Meyer autrice della saga di Twilight che raccoglie ed elabora un’idea del più grande scrittore di libri di fantascienza, Isaac Asimov,  cioè la presenza di uno più cervelli di due esseri pensanti all’interno della stessa persona e quindi la persona stessa che rivive con la sua personalità e le sue idee.
Asimov lo faceva per “salvare” gli uomini più importanti del nostro tempo, gli inventori, i geni, le persone che grazie al loro contributo erano riuscite a migliorare l’umanità, il cui cervello veniva impiantato all’interno di un altro essere umano e nella stessa persona vivevano quindi due persone: questo consentiva alla società di avvalenrsi ancora delel abilità di quella person a che sarebbe morta e che invece conti nua vivere e può dare ancora il suo contributo al mondo.
In Host,  invece, ad invadere la nostra mente (e i nostri corpi) sono gli alieni, ma sono però esseri buoni e capaci che hanno migliorato la nostra società.

separatore

Il nostro pianeta è stato invaso da una razza aliena di Anime, che hanno preso definitivamente possesso dei corpi dei terrestri. Il mondo è diventato pacifico, pulito, sono scomparse le malattie e i crimini, ma anche la quasi totalità degli esseri umani. I sopravvissuti vivono in clandestinità nel deserto. La giovane Melanie sta per raggiungerli, quando viene catturata da una “cercatrice”. Nel suo corpo prende posto un’anima chiamata Wanderer. L’amore di Melanie per il fidanzato Jared e per il fratellino Ian, però, è talmente forte che la sua voce non si lascia mettere a tacere e resiste nella mente di Wanderer, spingendola ad unirsi ai ribelli.

 

(Dal web)

Published in: on 4 aprile 2013 at 08:26  Lascia un commento