Pensiero del buongiorno…

Continua a piantare i tuoi semi,

perché non saprai mai quali cresceranno.

Forse lo faranno tutti

 

A.Einstein

 

Fiore

Annunci
Published in: on 5 settembre 2017 at 08:46  Lascia un commento  

Nascita

Venerdì sono diventata zia per la terza volta…è nato Samuele…l’emozione è sempre la stessa…prendere in braccio una nuova vita mi riempie il cuore d’amore…

 

 

Alcuni dicono che la felicità bisogna cercarla lontano; altri dicono che dimora vicino, nella casa; ma la felicità perfetta è nella culla di un bimbo.

 

(Proverbio cinese)

 

1.jpg

 

 

Un bambino appena nato. Un batuffolo di luce lanciato dalle stelle più lontane. E dentro ci sono già le leggi della vita, le formule segrete della meraviglia e le prime chiavi per aprire le forme del mondo.

(Fabrizio Caramagna)

2.jpg

 

La nascita è l’improvvisa apertura di una finestra, attraverso la quale ci si affaccia su di una prospettiva stupenda. Che cosa è successo? Un miracolo. Hai scambiato il nulla con la possibilità del tutto.

(William Macneile Dixon)

3

 

 

Published in: on 26 giugno 2017 at 10:16  Lascia un commento  

Mantra….

Questo pensiero deve diventare il mio mantra….devo ripertermelo  ogni giorni…fino a quando non riesco a metterlo in pratica…

 

Non piangere sul passato, è andato.

Non logorarti per il futuro, non è ancora arrivato.

Vivi il presente e rendilo migliore di ieri

e un buon ricordo per il domani.

Angela Perri

donna 9.jpg

 

Published in: on 7 giugno 2017 at 08:13  Lascia un commento  

Il sasso

Sabato sono andata al festival dei gufi, su una bancarella ho trovato un fogliettino con questa poesia, che mi ha molto colpita, così ho pensato di condividerla con voi.

Il sasso

La persona distratta vi è inciampata.

Quella violenta, l’ha usato come arma.

L’imprenditore l’ha usato per costruire.

Il contadino stanco invece come sedia.

Per i bambini è un giocattolo.

Davide uccide Golia e

Michelangelo ne fece la più bella scultura.

In ogni caso, la differenza

non l’ha fatta il sasso, ma l’uomo.

Non esiste sasso sul tuo cammino che tu

non possa sfruttare per la tua propria crescita.

(Anonimo)

sassocuore.png

 

Published in: on 6 giugno 2017 at 14:50  Lascia un commento  

Pensiero….

Ognuno ha il proprio passato chiuso dentro di sé

come le pagine di un libro imparato a memoria

e di cui gli amici possono solo leggere il titolo.

 

Virginia Woolf

1

 

Published in: on 12 maggio 2017 at 09:39  Lascia un commento  

Ladyhawke

Data uscita: 1985

Voto: 7

film7

Un classico, che è sempre bello rivedere.

Una fiaba ambientata nel Duecento. Il cattivo signore di un borgo francese ha trasformato due innamorati in due animali: lui diventa un lupo di notte, quando lei è una bella fanciulla; lei è un falco di giorno, quando lui è un prode cavaliere. Insieme affrontano una fantastica avventura, finché durante un’eclisse solare, il maleficio si dissolve. Girato interamente in Italia.

(Dal web)

 

Published in: on 10 maggio 2017 at 10:06  Lascia un commento  

Viaggiare

Siamo tutti viaggiatori nati. Abbiamo polvere di stelle nelle vene, cartine geografiche con strade d’argento negli occhi e istruzioni per viaggiare fino a Andromeda.

(Fabrizio Caramagna)

redazione-1482482461-1

Ho voglia di partire…di visitare terre inesplorate…di perdermi in mezzo alla folla…

Published in: on 21 aprile 2017 at 08:41  Lascia un commento  

San Valentino

Oggi è San Valentino, la festa degli innamorati. Come nasce la ricorrenza?

La sua origine coincide con il tentativo della Chiesa cattolica di «cristianizzare» il rito pagano per la fertilità. Per gli antichi romani febbraio era il periodo in cui ci si preparava alla stagione della rinascita. A metà mese, fin dal quarto secolo a.C., iniziavano le celebrazioni dei Lupercali, per tenere i lupi lontano dai campi coltivati. I sacerdoti di questo ordine entravano nella grotta in cui, secondo la leggenda, la lupa aveva allattato Romolo e Remo, e qui compivano sacrifici propiziatori.

I padri precursori della Chiesa vollero trovare un santo degli innamorati per sostituire l’immorale Lupercus. Nel 496 d.C. Papa Gelasio annullò la festa pagana decretando che venisse seguito il culto di San Valentino. Nato a Terni, nel 176 d.C. era un vescovo romano che era stato martirizzato. Fu scelto come patrono degli innamorati poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l’unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana.

A metà Ottocento negli Stati Uniti Esther Howland iniziò a produrre biglietti di San Valentino su scala industriale. Con il passare del tempo la tradizione dei biglietti amorosi divenne secondaria rispetto allo scambio di scatole di cioccolatini, mazzi di fiori o gioielli.

 

(lastampa.it)

questa-e-una-di-quelle-foto-piu-belle-che-io-abbia-mai-visto-in-vita-mia-%e2%99%a5-buon-pomeriggio

 

 

 

Published in: on 14 febbraio 2017 at 09:08  Lascia un commento  

Barbie. The Icon (Conclusione)

La mostra si conclude con alcune barbie bellissime, che si rifanno ad attrici, cantanti…a personaggi storici. Le foto non rendono giustizia alle originali, che lasciano il visitatore senza fiato.

Sono stata veramente felice di aver visitato questa bellissima mostra. Come la maggior parte delle bambine sono cresciuta con le Barbie, passavo ore a pettinarle, a vestirle, ad inventare storie che avessero loro come protagonisti. E’ stato emozionante rivedere alcune barbie delle mia infanzia, le mie compagne di gioco. Mi ha permesso anche di scoprire curiosità che non conoscevo.

 

 

 

Published in: on 13 ottobre 2016 at 14:44  Lascia un commento  

Barbie. The Icon (Dolls of the world )

Nel corso della sua vita, Barbie ha abbattuto ogni frontiera linguistica, culturale, sociale, antropologica e in cinquantasei anni di vita ha rappresentato cinquanta nazionalità diverse.

Dopo aver avuto la prima amica afroamericana, Christie (1968), Barbie si trasforma nel 1969 in Spanish Talking Barbie, e per la prima volta, nel 1980 diventa nera. Black Barbie. La prima Barbie nera segna una rivoluzione culturale e stilistica, realizzata con un trucco raffinato, occhi castani e un’acconciatura riccia.

A partire dagli anni Ottanta nasce poi una nuova serie di Barbie Collectors chiamata Dolls of the world che presenta in modo continuativo Barbie vestita con i costumi tradizionali e con i caratteristici lineamenti etnici.

Purtroppo le foto di questa sezione non sono venute molto bene…a causa della poca luce e del vetro di protezione.

Published in: on 13 ottobre 2016 at 13:55  Lascia un commento