Primo giorno d’autunno (Equinozio d’autunno)

In astronomia, si definiscono equinozi i due istanti nel corso dell’anno in cui il Sole si presenta all’intersezione tra l’eclittica e l’equatore celeste, (il Sole si trova perpendicolare all’equatore e la separazione tra zona illuminata e zona in ombra della Terra passa per i poli).

 La parola “equinozio” deriva dal latino”equi -noctis” e significa “notte uguale” al dì. La definizione puramente teorica di lunghezza del dì si riferisce all’intervallo di tempo compreso fra due intersezioni temporalmente consecutive del centro apparente del disco solare con l’orizzonte del luogo geografico. Usando questa definizione, la lunghezza del dì risulterebbe di 12 ore. In realtà, gli effetti di rifrazione atmosferica, il semidiametro e la parallasse solare fanno sì che negli equinozi la lunghezza del dì ecceda quella della notte. Gli equinozi di marzo e settembre sono i due giorni dell’anno nei quali hanno inizio primavera e autunno. Agli equinozi, intesi come giorni di calendario, il Sole sorge quasi esattamente ad est e tramonta quasi esattamente ad ovest; ma non esattamente, in quanto (per definizione) l’equinozio è un preciso istante che quindi può, al massimo, coincidere con uno solo dei due eventi, ma non prodursi due volte nell’arco di 12 ore.

L’autunno è un mese particolare..

mi mette un po’ malinconia..

ma sono anche affascinata dal paesaggio..

pieno di colore..

Published in: on 23 settembre 2011 at 12:59  Lascia un commento  

“Il primo giorno” di Marc Levy

 Un uomo e una donna guardano due cieli diversi e non sanno ancora che i loro destini sono legati da fili invisibili che li condurranno l’uno vicino all’altra.

 

Keira è un’archeologa che guarda l’orizzonte ancora scuro del deserto etiope, Adrian è un astronomo che ammira le stelle in una notte cilena. Due mondi lontani, due realtà diverse, eppure entrambi cercano una risposta alla domanda “Dove comincia l’alba?”.

E’ proprio in questa notte che le loro vite si incontrano magicamente conducendoli alla verità che per tanto tempo hanno ricercato. C’è un oggetto misterioso, un monile a specchio, parte di una mappa che mostra la volta celeste così com’era quattrocento milioni di anni addietro. E un segreto da portare alla luce.

Per arrivare alla soluzione  e scoprire la verità, Keira e Adrian si addentreranno in territori sconosciuti, dalle isole Andamane fino in Cina per vivere assieme una fantastica avventura.
Ma nessuno dei due sa che c’è un nemico violento e potente che è sulle loro tracce con un unico obiettivo: quello di evitare di far conoscere il mistero delle nostre origini.

Ecco alcune recensioni che ho trovato sul web:

  • Ottimo Libro, avvincente, l’ho letto tutto di un fiato, il finale però mi ha lasciato la bocca amara, come se l’autore avesse finito i fogli di carta a disposizione e volesse finire in fretta.
  • Davvero un ottimo libro! Un mix avvincente di avventura, scoperta, suspense… emozionante! Favolosa la descrizione dei paesaggi e avvincente il viaggio che i protagonisti intraprendono, dall’Etiopia, a Londra, a Parigi e da qui in Cina, in Birmania… Consigliato!
  • Con questo romanzo, Marc Levy ha stregato ancora una volta la Francia (e non solo), regalando ai suoi lettori un romanzo pieno di meraviglia, capace di illuminare gli impenetrabili segreti dell’universo e di accendere la più struggente delle storie d’amore.   

Una frase alla fine del romanzo mi ha colpito molto,  per questo voglio condividerla con voi

“La vita ha molta più immaginazione di quanta ne possiedono gli uomini, è talvolta foriera di piccoli miracoli. Nulla è impossibile, basta crederci con tutte le proprie forze.”

Published in: on 21 settembre 2011 at 12:30  Lascia un commento  

Ricordi…

Il tempo non cancella tutto,

certi istanti restano intatti nella nostra memoria,

anche se non sappiamo perché proprio quelli, invece che altri.

 Forse vi sono nascosti alcuni piccoli segreti

che la vita ci affida, silenziosamente.

 

(Marc Levy)

Published in: on 20 settembre 2011 at 13:11  Lascia un commento  

Facile e Difficile

FACILE

è occupare un posto nell’agenda telefonica,

DIFFICILE

è occupare il cuore di qualcuno.

FACILE

è giudicare gli errori degli altri,

DIFFICILE

è riconoscere i propri.

FACILE

è ferire chi ci ama,

DIFFICILE

è curare questa ferita.

FACILE

è perdonare gli altri,

DIFFICILE

è chiedere perdono.

FACILE

è esibire la vittoria,

DIFFICILE

è assumere la sconfitta con dignità.

FACILE

è sognare tutte le notti,

DIFFICILE

è lottare per un sogno.

FACILE

è dire che amiamo qualcuno,

DIFFICILE

è dimostrarlo tutti i giorni.

FACILE

è criticare gli altri,

DIFFICILE

è migliorarne uno.

FACILE

è pensare di migliorare,

DIFFICILE

è smettere di pensarlo e farlo realmente.

FACILE

è ricevere,

DIFFICILE è dare.

Ogni volta che fai qualcosa per gli altri,

pensando solo alla loro felicità,

ti senti meglio:

e questo alla fine ti riempie il cuore di gioia.

E’ un esperienza che ti può cambiare la vita per sempre.

(Dal web)

Published in: on 19 settembre 2011 at 11:43  Lascia un commento  

Ci sono…

Ci sono giorni illuminate da piccole cose,

dettagli che fanno sentire incredibilmente felici;

un pomeriggio a gironzolare fra le bancarelle,

un giocattolo che rispunta dall’infanzia sul banca di un rigattiere,

una mano che prende la vostra,

una telefonata inaspettata,

una parola gentile,

vostro figlio che vi abbraccia forte senza chiedere nulla in cambio

se non un momento d’amore.

Ci sono giornate illuminate da piccoli momenti di grazia,

un odore che trasmette gioia,

un raggio di sole che entra dalla finestra,

il rumore della pioggia mentre si è ancora a letto,

le strade innevate o l’arrivo della primavera e dei primi boccioli.

(Marc Levy, Il primo giorno)

Sono le piccole cose che contano veramente..

sono i gesti apparentemente insignificanti

che rendono una giornata perfetta..

Published in: on 16 settembre 2011 at 11:51  Lascia un commento  

Basilicata Coast To Coast

Basilicata coast to coast è un film del 2010 diretto da Rocco Papaleoe prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia, distribuito dalla Eagle Pictures ePaco Cimematografia . La sceneggiatura è stata scritta da Valter Lupo. Il film rappresenta il debutto da regista di Rocco Papaleo e il debutto come attore di Max Gazzé, che è anche l’interprete del brano Mentre dormi, presente nella colonna sonora  del film.

Il film scorre gioiosamente tra i verdi ed impolverati paesaggi della Basilicata con un verace resoconto sui traumi , debolezze e complessi dei personaggi che lontani dal mito del supereroe si incontrano e si riflettono nel quotidiano di tutti noi mentre percorrono la “strada” verso il desiderio di ribalta, che però si rivela scomoda, impervia e selvaggia.

La musica fa da filo conduttore in questa storia dove i protagonisti si raccontano e riescono a risolvere le cose lasciate in sospeso grazie alla fatica fatta lungo il cammino insieme. Ottimo cast che vede Alessandro Gassman nei panni di un attore che insegue il successo, Paolo Briguglia, un ex studente di medicina, Giovanna Mezzogiorno, giornalista e figlia ribelle di un onorevole e il già citato Papaleo che interpreta un professore di matematica musicista e sognatore. Una citazione particolare merita Max Gazzè nel suo primo ruolo in un lungometraggio, che vediamo nei panni di un falegname anche lui musicista per passione che da anni non parla. Basilicata coast to coast è una commedia divertente e rappresenta una novità fra le commedie italiane.

Published in: on 13 settembre 2011 at 12:27  Lascia un commento  

Attentati 11 settembre 2001

Anche se con un po’ di ritardo..voglio dedicare un post agli attentati dell’11 settembre 2001…

Un commando terroristico di matrice di matrice islamica al-Qa’ida compie l’opera di distruzione dirottando due aerei civili a pieno carico, il volo American Airlines 11 e il volo United Airlines 175, contro i due grattacieli situati nell’isola di Manhattan. L’impatto degli aerei contro le Twin Towers avviene alle ore 9 (fuso orario di New York) a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro. L’incendio provoca il surriscaldamento della struttura portante in acciaio degli edifici ed infine il crollo di entrambe le torri. La torre sud crolla alle 9:59 dopo 56 minuti dall’impatto del volo United Airlines 175. La torre nord collassa alle 10:28 dopo 102 minuti dall’impatto con il volo United Airlines 11. La torre sud crolla alle 9:59 (dopo 56 minuti dall’impatto del volo United Airlines 175).


Oltre alle due torri gemelle del World Trade Center l’11 settembre
sono compiuti almeno altri due atti terroristici della medesima matrice. Il volo American Airlines 77 viene dirottato e fatto schiantare contro le mura esterne del Pentagono. Il volo American Airlines 77 è dirottato da un altro commando di terroristi con la probabile intenzione di farlo precipitare al Campidoglio di Washington. La ribellione dell’equipaggio del volo United Airlines 93 (o l’abbattimento dell’area da caccia militari) sventa il drammatico obiettivo. L’aereo precipita al suolo alle ore 10:03 nei pressi di Shanksville, in Pennsylvania, senza nessun superstite.

Gli attentati del 11 settembre 2001 causano la morte di 2974 persone e 24 dispersi. Gran parte della tragedia si concentra nel crollo del World Trade Center dove muoiono tra le fiamme o sotto le macerie 2817 persone. Molte altre moriranno per problemi respiratori nel corso degli anni successivi a causa delle enormi nuvole di polvere sollevate dal crollo. L’evento causa lo scoppio dell’intervento militare anglo-americano (NATO) in Afghanistan e in Iraq, provocando ulteriori milioni di vittime tra civili e soldati.

Published in: on 12 settembre 2011 at 12:26  Lascia un commento  

Giornata della non violenza sulle donne

Bisogna dire NO alla violenza contro le donne,

con fermezza e determinazione,

affinché le donne non vedano MAI PIÙ violata la loro libertà

e dignità di essere umano.

Solo la donna ci insegnò ad amare.

La radice della vita affonda in lei.

La donna è come un albero che è tutt’uno col frutto.

Nel suo profondo riposa l’amore eterno,

nato con lei,

cresciuto con lei,

che muore e risorge con lei.

(G. Groddeck)


Published in: on 9 settembre 2011 at 12:17  Lascia un commento  

Ho incontrato tante persone ….


Ho incontrato tante persone in questo tratto di vita:

chi mi ha fatto ridere,

chi ma ha regalato bellissime emozioni,

chi mi ha tradito, chi deluso…

magari anch’io avrò fatto lo stesso :ho deluso,

ho restituito un sorriso su un volto triste, ho fatto piangere..

ma in fondo questa è la bellezza della mia vita..

e io la amo perché non so domani chi incontrerò,

l’unica cosa che so è che darò sempre il meglio di me…

(Mario Putorti)

Published in: on 8 settembre 2011 at 13:41  Lascia un commento  

Puoi cambiare o….

Per essere quello che vuoi essere.

Non c’è limite di tempo, comincia quando vuoi.

Puoi cambiare o rimanere come sei,

non esiste una regola in questo.

Possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio.

Spero che tu viva tutto al meglio.

Spero che tu possa vedere cose sorprendenti.

Spero che tu possa avere emozioni sempre nuove

Spero che tu possa incontrare gente

con punti di vista diversi.

Spero che tu possa essere orgogliosa della tua vita.

E se ti accorgi di non esserlo,

spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero.


Dal Film “Il curioso caso di Benjamin Button”

Una bella frase tratta da un film molto carino,

e pieno di spunti di riflessione..

Published in: on 7 settembre 2011 at 15:40  Lascia un commento