Basta poco…

Basta veramente poco per far felice una persona..ieri ne ho avuto l’ennesima dimostrazione. Era il compleanno di mia mamma, avevamo deciso di festeggiarlo questa domenica..ma mia sorella ha proposto di organizzare una piccola festicciola a sorpresa …e bastata una piccola torta, e tutta la famiglia riunita per strappare a mia madre un gran sorriso..ancora questa mattina mi ha detto che ieri ha passato proprio una bella serata..Le cose improvvisate, nate dal cuore sono sempre quelle migliori..

Annunci
Published in: on 27 novembre 2012 at 11:06  Lascia un commento  

Destino

Il destino non è questione di fortuna;

ma è questione di scelte.

Non è qualcosa che va aspettato

ma piuttosto qualcosa

che deve essere raggiunto.

 

(William Jennings Bryan)

Io credo nel destino, ma nello stesso tempo non sono fatalista..penso che ognuno di noi debba incontrare determinate persone, che debba fare dell’esperienze prestabilite..ma sta a noi decidere cosa imparare..come reagire..come comportarci in determinate situazione…

Published in: on 26 novembre 2012 at 10:56  Lascia un commento  

Giornata Universale dell’Infanzia

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1954 raccomandò a tutti i paesi di istituire una “Universal Children’s Day” – Giornata Universale dell’Infanzia (risoluzione 836(IX)) – da celebrarsi come giornata promotrice di comprensione reciproca tra i bambini e di attività per il benessere dei bambini di tutto il mondo. La data del 20 Novembre fu scelta in memoria del giorno in cui l’Assemblea Generale adottò la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo (nel 1959) e la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia (nel 1989).

LETTERA AI GRANDI

Un pensiero bambino rivolto ai grandi…..

 

Ti prego uomo grande
non togliermi la fantasia.
Mi hai tolto il verde di un prato,
il fresco profumo di un fiore,
il rumore e il respiro del vento tra i rami.
Mi costringi a giocare su finti prati
e a guardare il sole
con toppe di palazzi attaccate.
Per la fretta del tuo domani, del poi,
mi hai tolto anche i tuoi sorrisi,
le tue parole.
Ti prego uomo grande
non togliermi la vita:
non voglio essere
un grande senza illusioni.
Ti prego grande uomo
non togliermi la fantasia.

 

(Dal web)

 

Published in: on 20 novembre 2012 at 15:44  Comments (1)  

Amori stregati

Titolo:  Amori stregati

Sottotitolo: Passione, amicizia, tradimento

Autore:  Tahar Ben Jelloun

Traduttore:  Anna Maria Lorusso

Anno di pubblicazione: 2003

Edizione:  Bompiani,

Pagine: 238

Voto: 6 ½

Due racconti mi hanno colpito particolarmente e sono stati “ Il sospetto” e “Il clandestino”. Mi hanno fatto riflettere sull’emigrazione..e come 11 settembre abbia cambiato la vita dei mussulmani.

Storie di passioni e di perdizione, di amori destinati a durare per sempre e di incontri fugaci, di erotismo e di pure idealità romantiche, di misantropi, scienziati, profeti e angeli. Tahar Ben Jelloun, attingendo alle mille fonti dell’immaginario favolistico e delle tradizioni magiche del mitico Oriente, tratteggia in questi racconti l’universo del sentimento amoroso, e lo declina nelle sue molteplici e spesso impreviste forme, nella consapevolezza, ora divertita ora malinconica, che l’amore e il sesso sono i più grandi incantesimi del mondo, veicolo e luogo di supremi misteri, di pulsioni incontrollabili, di fascinazioni uniche e irripetibili: come la natura umana.

Ecco cosa dicono i lettori del web su questo romanzo:

Tra i profumi d’oriente, i toni fantastici e un alito di stregoneria storie d’amore e di vita punteggiano il carattere magico della natura umana. L’uomo quasi inconsapevole delle sue intrinseche potenzialità si ritrova vittima o artefice di incantesimi che pertanto combatte o asseconda con forza, ma altrettanta reticenza ……si viene a contatto con l’ intangibile magia che si palesa quando si rivelano sentimenti, amore , tradimenti, tutti nella loro più primitiva essenza,quella di ingredienti dalle alte potenzialità alchemiche scatenanti misteri e incantesimi dalla forza assai rilevante. L’uomo è la scatola magica, si manifesta nella sua più inconsapevole grandezza come catalizzatore di reazioni dalle conseguenze inimmaginabili. Trasportati da un racconto all’altro, nell’era della scienza, della razionalità, dello scetticismo verso il magico e il religioso, si è stupefatti di come il carattere surreale e immaginario di questi racconti finisce per essere fatto proprio e vissuto in maniera

Published in: on 19 novembre 2012 at 09:07  Lascia un commento  

L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva

Le mie aspettative per questo film d’animazione erano molte..i precedenti mi erano piaciuti moltissimo (soprattutto i primi due)…invece il quarto episodio mi ha un po’ deluso…la storia è carina, divertente, ma non al livello delle precedenti..

Le decisioni di cambiare le voci hai personaggi non è stata molto azzeccata..invece la comparsa della nonna di Sid è stata felice..personalmente penso che sia il personaggio più divertente del film..

Titolo : L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva

Uscita cinema: 28/09/2012

Genere: Animazione, Commedia, Avventura

Regia:  Steve Martino, Mike Thurmeier

Sceneggiatura:  Michael Berg, Jason Fuchs, Mike Reiss

Fotografia: Renato Falcão

Montaggio:  David Ian Salter, James Palumbo

Musiche: John Powell

Durata: 88 Minuti

Voto: 6+

Il mammut Manny è alle prese con l’adolescenza della figlia Pesca, attratta da amicizie superficiali se non pericolose, quando il ghiaccio sotto le zampe comincia a tremare fino a rompersi. Manny, Diego e Sid, con la compagnia folle di “nonnina” (l’anziana di famiglia che i genitori di Sid gli hanno scaricato prima di abbandonarlo per la seconda volta), si ritrovano alla deriva su un iceberg e vengono attaccati da una ciurma di pirati, capitanata dall’odioso capital Sbudella.

Published in: on 16 novembre 2012 at 10:49  Lascia un commento  

The Wedding Party

Se volte passare un ora spensierata vi consiglio d’andare a vedere “The Wedding Party”.  Non è certamente un capolavoro ma è una commedia piacevole,  l’ideale per passare una serata rilassante..

Uscita cinema: 18.10.2012

Genere: Commedia

Regia:  Leslye Headland

Sceneggiatura: Leslye Headland

Attori: Kirsten Dunst, Isla Fisher, Rebel Wilson, James Marsden, Lizzy Caplan, Adam Scott, Hayes MacArthur, Arden Myrin, Kyle Bornheimer

Durata: 87 Minuti

Voto: 6

 

Regan, perfezionista e abituata a primeggiare, viene presa dal panico alla notizia che una sua ex compagna di scuola, la cicciottella Becky detta “Faccia di maiale”, vessata ex compagna di liceo, sta per sposare un ricco newyorkese. Decide allora di contattare le altre ragazze della combriccola dei tempi del liceo – la bella e stupidina Katie e la sarcastica e irrequieta Gena – perché la aiutino nei suoi compiti di damigella d’onore. Ma una volta arrivate a Manhattan per il matrimonio, le ragazze scoprono che la scatenata festa da loro organizzata non è proprio in linea con il nuovo stile di vita di Becky. L’addio al nubilato si rivela essere una folle notte che minaccia di mandare all’aria il matrimonio e che costringe le ragazze ad una gara contro il tempo per riparare ai danni fatti e riportare Becky all’altare.

 

Published in: on 15 novembre 2012 at 08:46  Lascia un commento  

Io confesso

Titolo  :  Io confesso

Autore : Grisham John

Traduttore: Lamberti N.

Anno di pubblicazione: 2010

Pagine: 437

Editore : Mondadori

Voto: 7

Personalmente penso che la pena di morte sia da condannare..Uccidere una persona non è più giustizia ma vendetta.. Questo libro può essere molto utili per risvegliare le coscienze di chi è a favore della pena di morte..

Quando in una fredda mattina d’inverno uno sconosciuto si presenta nella sua parrocchia e chiede insistentemente di vederlo, il reverendo Keith Schroeder non può immaginare che quell’incontro cambierà la sua vita per sempre. L’uomo si chiama Travis Boyette, ha subito varie condanne per reati sessuali, è in libertà vigilata e sostiene di custodire da molti anni un terribile segreto che è deciso a confessare. Perché proprio adesso? Dice di avere un tumore incurabile al cervello e di volersi liberare dal peso che grava sulla sua coscienza. Con la sua testimonianza potrebbe scagionare Donté Drumm, un giovane di colore condannato a morte in una piccola città del Texas per l’omicidio di una ragazza bianca il cui corpo non è mai stato ritrovato. Donté si è sempre proclamato innocente, la sua famiglia e Robbie Flak, il suo avvocato, noto per l’impegno sociale e il carattere bellicoso, si sono battuti per nove anni con ogni mezzo per dimostrarlo; il caso ha suscitato un enorme scalpore, ma finora tutto è stato inutile. Boyette afferma di sapere chi è il vero assassino, ma non ha intenzione di rivelarlo a nessuno se non al reverendo Schroeder. Mancano quattro giorni all’esecuzione. Basteranno per salvare Donté, o almeno per una sospensione della condanna? Come può un pregiudicato convincere avvocati, giudici e politici che stanno giustiziando l’uomo sbagliato? In una spasmodica corsa contro il tempo, il reverendo e l’avvocato faranno di tutto per ottenere un rinvio. Ma, come spesso accade, la verità, se clamorosa, sembra avere vita più difficile della menzogna.

Ecco alcune recensioni che ho trovato sul web:

 L’ atmosfera di suspense e dramma e la capacità di suscitare l’ indignazione nell’ animo del lettore fanno di questo libro un altro capolavoro del grande John.
Un viaggio nella burocrazia kafkiana di un sistema giudiziario, nel quale si lotta per salvare un innocente dalla condanna.  Una avvincente corsa contro il tempo.

Questo è un grande romanzo, forse uno dei suoi migliori, insieme al “Momento di uccidere”, “Il testamento” e “Il partner”. Ma è anche un libro che ci fa riflettere su un tema verso il quale, ancora oggi, non si è raggiunta una risposta univoca: E’ giusto uccidere un uomo come espressione della legge? Può arrogarsi un sistema giustizia, il diritto di uccidere qualcuno? E soprattutto… se viene giustiziato, ingiustamente, un uomo innocente, chi pagherà per l’orribile errore commesso? Domande che noi tutti forse ci poniamo, ma che riecheggeranno ancor più forti nella nostra coscienza dopo aver letto questo splendido libro, l’ennesimo gioiello di Grisham. John sei un GRANDE!!!

Published in: on 14 novembre 2012 at 08:23  Lascia un commento  

Gentilezza

Oggi 13 Novembre si celebra la “Giornata Mondiale della Gentilezza”.

“La gentilezza, è come un virus, coinvolge chiunque ne venga a contatto. Il 13 novembre è l’occasione perfetta per diffonderla”.

È uno degli slogan di “Gentletude”, l’associazione Italosvizzera che si batte con piccoli progetti, per un mondo migliore, senza aggressività, arroganza, e maleducazione.

La data non è stata scelta a caso, essa coincide con la prima Conferenza del “World Kindness Movement”, che si svolse a Tokyo nel 1997, e  che terminò con la firma della Dichiarazione della Gentilezza. Da allora ogni 13 novembre viene celebrata la “Giornata Mondiale della Gentilezza”.

Ci vuole così poco

(Angiolo Silvio Novaro)

Ci vuole così poco
a farsi voler bene,
una parola buona
detta quando conviene,
un po’ di gentilezza,
una sola carezza,
un semplice sorriso
che ci baleni in viso.
Il cuore sempre aperto
per ognuno che viene:
ci vuole così poco
a farsi voler bene.

 

Published in: on 13 novembre 2012 at 12:49  Comments (3)  

….quanto è bello…..

-Innamorarsi
-Una doccia calda
-Uno sguardo speciale
– Ricevere posta
– Stare distesa sul letto ascoltando la pioggia che cade fuori
– La spiaggia
– Ridere tra se e se
– Ridere per nessuna ragione al mondo
– Avere qualcuno che ti dice che sei stupenda
– Gli amici
– Ascoltare involontariamente qualcuno che dice qualcosa di bello sul tuo conto
– Svegliarti e accorgerti che hai ancora alcune ore per dormire
– Conoscere nuovi amici o passare del tempo con quelli vecchi
– Fare sogni dolcissimi
– Una cioccolata calda
– Fare una viaggio in macchina con degli amici
– Dondolarsi sull’amaca
– Scartare i regali di Natale sotto l’albero
– Tenersi la mano con qualcuno a cui tieni particolarmente
– Vedere l’espressione sul volto di qualcuno mentre apre il regalo che più desiderava
-Guardare il sorgere del sole
– Uscire dal letto ogni mattina ed essere grato per un altro splendido giorno…

 

(Dal web)

Published in: on 12 novembre 2012 at 11:22  Comments (1)  

E’ arrivato il giorno previsto da Einstein …

Una tazza di caffè

Due chiacchiere al ristorante

Godendo la bellezza del Museo

Un piacevole incontro in caffetteria

Una giornata in spiaggia

Facendo il tifo allo stadio

Divertirsi con la fidanzata

Godersi la città a bordo della decapottabile

Albert Einstein: “Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità: il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti”.

NON SARA’ CHE QUEL GIORNO E’ GIA’ ARRIVATO ?

 

Published in: on 5 novembre 2012 at 09:09  Comments (9)