Cinquanta sfumature di nero

Titolo: Cinquanta sfumature di nero

Autore: E. L. James

Traduttore: Zucca S.

Editore: Mondadori

Collana: Omnibus

Data di Pubblicazione: Dicembre 2012

Pagine: 594

Voto: 7-

 Se il primo capitolo della saga (Cinquanta sfumature di grigio) mi aveva incuriosito, il secondo romanzo mi ha affascinato..ho imparato a conoscere e comprendere i personaggi (ma soprattutto ad amarli)..La narrazione è molto più articolata..più scorrevole..

Profondamente turbata dagli oscuri segreti del giovane e inquieto imprenditore Christian Grey, Anastasia Steele ha messo fine alla loro relazione e ha deciso di iniziare un nuovo lavoro in una casa editrice. Ma l’irresistibile attrazione per Grey domina ancora ogni suo pensiero e quando lui le propone di rivedersi, lei non riesce a dire di no. Pur di non perderla, Christian è disposto a ridefinire i termini del loro accordo e a svelarle qualcosa in più di sé, rendendo così il loro rapporto ancora più profondo e coinvolgente. Quando finalmente tutto sembra andare per il meglio, i fantasmi del passato si materializzano prepotentemente e Ana si trova a dover fare i conti con due donne che hanno avuto un ruolo importante nella vita di Christian. Di nuovo, il loro rapporto è minacciato e a questo punto Ana deve affrontare la decisione più importante della sua vita, e può prenderla soltanto lei…

Ecco alcune recensioni che ho trovato sul web:

Questo l’ho letto più velocemente dell’altro,ancora più bello perchè siamo entrati nel vivo di questa magnifica storia,la trama sarà anche banale ma io ho riso e pianto con loro….e forse è questo quello che cerco in un libro,un libro che mi allontani dallo schifo che abbiamo intorno per volare sempre più in alto

Questo l’ho letto più velocemente dell’altro,ancora più bello perchè siamo entrati nel vivo di questa magnifica storia,la trama sarà anche banale ma io ho riso e pianto con loro….e forse è questo quello che cerco in un libro,un libro che mi allontani dallo schifo che abbiamo intorno per volare sempre più in alto

Vi aspettate Ana ancora nei panni di un moderno Icaro, che volando troppo vicino al sole finirà per scottarsi? Ana cercava l’amore, ma oltre a quello ha trovato anche tante altre cose: tante sfumature di tenebra. Vi stupirà. Ana è un personaggio unico e ricco di sfaccettature. Imprevedibile ed in grado di far perdere il controllo ad un “maniaco del controllo” quale è Mr Gray. Scoprirete un nuovo Christian: a poco a poco si libererà del fardello del suo passato e noi non potremo far altro che condividere le paure di Ana. I giochi si fanno più intriganti e intricati quando anche altre persone prendono parte alla narrazione: Jack, il capo redattore di Ana, Leila, una ex sottomessa di Christian e la famosa e più presente che mai Mrs Robinson. Ironia, battute sagaci, immancabili scene erotiche in grado di far arrossire chiunque, rivelazioni e proposte, grossi colpi di scena e soprattutto un finale con i fiocchi che vi lascerà con il fiato sospeso in attesa di leggere l’attesissimo capitolo conclusivo… Assolutamente un romanzo che consiglio a tutte. A chi non è rimasto troppo convinto dal precedente “Cinquanta sfumature di grigio” dico solo: fidatevi! Lasciatevi trasportare dalle parole della James. Con “Cinquanta sfumature di nero” non avrete più dubbi e ne vorrete ancora e presto.

Annunci
Published in: on 30 agosto 2012 at 21:02  Lascia un commento  

Il gatto con gli stivali

Domenica sera ho visto un bel film d’animazione..era da tanto che non vedevo un cartone animato ben fatto e divertente..Come in ogni favola che si rispetti non poteva mancare la morale; far capire ai bambini (ma anche ai più grandi) quanto sia importante l’amicizia..

 Montaggio: Eric Dapkewicz

Musiche: Henry Jackman

Produzione: Mandeville Films, Warner Bros. Pictures, DreamWorks Animation

Distribuzione: Universal Pictures

Paese: USA 2011

Durata: 90 Min

Formato: Colore 3D

Voto:

 

Correva l’anno 2004 quando il secondo capitolo della fortunata franchise di Shrek ci introdusse agli occhioni più dolci, seduttivi e teneramente impertinenti dell’intera storia del cinema: occhi scuri, profondissimi e liquidi, occhi di uno spadaccino dal cappello a tesa larga e dagli artigli affilati conosciuto come il gatto con gli stivali. Subito ci innamorammo di lui, perdonandogli impertinenze, scappatelle.

Chi è realmente il Gatto con gli Stivali? Perché indossa dei vestiti? Per quale motivo è ricercato? Dov’è nato? E chi sono i suoi genitori? Ha mai avuto degli amici prima di incontrare Shrek? E delle micie con cui crogiolarsi? Domande che Chris Miller e i ‘guru’ animati della Dreamworks si sono posti, finendo per trovare delle risposte riuscite a dare concretezza.

 Il gatto con gli stivali, noto combattente, seduttore e fuorilegge, diventa un eroe, molto prima di incontrare Shrek, quando, per salvare la sua città, si imbarca in un’avventura con la tosta e intelligente gattina di strada Kitty Zampe Di Velluto e il cervellone Humpty Dumpty. A complicargli le cose lungo la strada ci penseranno i famigerati fuorilegge Jack e Jill, pronti a tutto per far fallire l’impresa di Gatto e la sua banda.

Il Gatto con gli stivali” è una fiaba dal sapore decisamente spagnoleggiante, grazie anche ad Antonio Banderas, che presta la voce al protagonista, cui si affiancano Zach Galifianakis nel ruolo di Humpty Dumpty e Salma Hayek come Kitty Zampe di Velluto.
Godibile e divertente riesce a sorprendere per la sua espressività e per l’elemento evocativo, che investe l’opera e rimanda a grandi classici come “Zorro”, “Robin Hood”, “I tre moschettieri”, la serie televisiva di “David Crockett”, grazie anche al supporto musicale dei due chitarristi messicani “Rodrigo y Gabriela”, che eseguono le musiche composte da Henry Pryce Jackman.

Published in: on 29 agosto 2012 at 19:51  Lascia un commento  

Cinquanta sfumature di grigio

Titolo: Cinquanta sfumature di grigio

Autore: James E.L.

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 548

Traduttore: Albamese T.

Editore: Mondadori

Voto: 6½

Ho iniziato a leggerlo per caso..e la storia mi ha subito affascinato..non sarà un capolavoro letterario..ma tiene il lettore col fiato sospeso..è la lettura ideale per svagarsi..per rilassarsi sotto l’ombrellone..La scrittrice è stata bravissima ad accendere curiosità del lettore..appena ho finito di leggere l’ultima pagina non vedevo l’ora d’iniziare il secondo libro della trilogia.

 

 

Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di ventun’ anni incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso. Convinta però che il loro incontro non avrà mai un futuro, prova in tutti i modi a smettere di pensarci, fino al giorno in cui Grey non compare improvvisamente nel negozio dove lei lavora e la invita a uscire con lui. Anastasia capisce di volere quest’uomo a tutti i costi. Anche lui è incapace di resisterle e deve ammettere con se stesso di desiderarla, ma alle sue condizioni. Travolta dalla passione, presto Anastasia scoprirà che Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dall’ossessivo bisogno di controllo, ma soprattutto ha gusti erotici decisamente singolari e predilige pratiche sessuali insospettabili… Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Ana conoscerà per la prima volta i suoi più segreti desideri. Tensione erotica travolgente, sensazioni forti, ma anche amore romantico, sono gli ingredienti che E. L. James ha saputo amalgamare osando scoprire il lato oscuro della passione, senza porsi alcun tabù.

 

Ecco alcune recensioni che ho trovato sul web:

 

Ma perché tutte queste critiche negative? Voglio dire, che cosa vi aspettavate? E’ chiaro fin da subito che ci si trova di fronte una lettura super leggera e poco impegnativa…il pregio di questa trilogia non sta né nell’originalità né nella particolarità dell’intreccio, ma nella capacità, a mio parere altissima, di catturare il lettore. I dialoghi, le situazioni, le continue tensioni verbali ed erotiche tra i due protagonisti ti lasciano nell’impossibilità di mollare il libro, perlomeno fino alla fine del capitolo…le scene di sesso sono, a mio parere, tutte contestualizzate (va da se che chi le dovesse trovare fastidiose, non dovrebbe avvicinarsi a questo tipo di letture) e finalizzate alla comprensione dei personaggi, sopratutto quello di Christian…a me ha fatto (se pur in un contesto differente) una sorta di effetto Twilight saga (a cui rimanda spesso anche se implicitamente)…quando un libro mi rende difficile lasciarlo, anche se per poco, io lo ringrazio comunque, a prescindere dalla trama, dai contenuti o dalla cosi detta profondità.

Mi piace la storia tormentata di Ana e Christian, non è solo sesso come può sembrare. ci sono le ombre di un uomo che nasconde le sue fragilità dietro l’ostentazione della ricchezza , e la sensibilità di una ragazza che riesce a vedere queste ombre, e cerca di mandarle via. Certo la stesura del racconto a tratti sembra ripetitiva si sprecano espressioni indecifrabili ed aggrotti, per non parlare della DEA INTERIORE di Ana, che è a tutti gli effetti una coprotagonista della storia e che secondo me vive assopita in molte di noi. Chi critica il romanzo e storce il naso in realtà, vorrebbe almeno una volta vivere una passione cosi forte e primitiva, nascosta dentro di noi per compiacere a questa società che va di fretta e soffoca i sentimenti.

Published in: on 28 agosto 2012 at 14:25  Lascia un commento  

Arcipelago della Maddalena

Con la nave Squalo IV abbiamo fatto una bellissima escursione, anche se molto stancante..soprattutto a causa del viaggio in pulman..ma né valsa la pena..l’arcipelago della Maddalena offre paesaggi suggestivi..l’isola di Spargi è un vero paradiso terrestre, il mare è limpido..cristallino..abbiamo fatto anche un breve scalo all’isola di Budelli, dove si trova la spiaggia Rosa, che però noi abbiamo potuto ammirare solo dal battello..

L’arcipelago della Maddalena si trova nella costa nord-settentrionale della Sardegna , al largo della Costa Smeralda. E’ costituito da 7 isole maggiori (La Maddalena, Caprera, Budelli, Santo Stefano, Santa Maria, Spargi, Razzoli) e da diversi isolotti minori, bagnati da un mare meraviglioso e trasparente.

Tra le isole maggiori, Caprera è diventata famosa per aver ospitato Garibaldi durante il suo esilio: la sua casa è oggi una casa museo aperta al pubblico. L’arcipelago della Maddalena è stato dichiarato Parco Nazionale nel 1994 ed è sicuramente una delle zone più belle e incontaminate della Sardegna.

Le numerose spiagge e calette dell’Arcipelago sono note per la loro limpidezza e molto apprezzate dai turisti, sia italiani che stranieri. Cala Corsara è considerata una delle più belle: si trova nell’Isola di Spargi ed è caratterizzata da una spiaggia bianca finissima e da un mare cristallino. La Spiaggia Rosa , nell’isola di Budelli, è senz’altro la più affascinante: prende nome dal caratteristico colore rosa della sabbia, dovuto allo sbriciolamento dei gusci di piccoli animali marini.

Spargi

L’isola di Spargi è la terza isola per dimensione dopo quelle di La Maddalena e Caprera, fra le isole minori dell’arcipelago è sicuramente una delle più belle con la sua forma circolare interamente granitica ricoperta da una folta vegetazione ricca di profumi e colori.

Tra le spiagge più importanti, tutte caratterizzate da una sabbia bianca finissima e da un mare cristallino da cui si possono ammirare i fondali trasparenti, ricordiamo quelle di Cala Corsara, Cala Granara, Cala Soraya, Cala Conneri, Cala Ferrigno, Cala Canniccio, Cala Bonifazzinca.

Tutte queste spiagge, tra le più belle di tutto l’arcipelago, sono raggiungibili via mare ed il servizio è offerto dalle imbarcazioni che portano i turisti in giro per l’arcipelago.
Nell’isola sono presenti diverse fortificazioni militari tutte perfettamente mimetizzate tra la vegetazione e la macchia mediterranea. Tra le più importanti ricordiamo le Batterie di Zanotto e Pietrajaccio, collocate nella parte settentrionale dell’isola e la Vedetta di Guardia Preposti, collocata nella parte meridionale dell’isola, sul colle Preposti, che con un altezza di 153 m dal livello del mare offre un panorama veramente incantevole.

In prossimità di Spargi si può notare un isolotto che si chiama Spargiotto, ed in questo luogo nidificano delle specie rare di uccelli marini come ad esempio il gabbiano corso ecc..

Budelli

Budelli è sicuramente la più famosa delle isole minori dell’arcipelago in quanto in essa è presente la celebre Spiaggia Rosa, una tra le più belle e rinomate spiagge del mondo.
Questa spiaggia prende il nome dal caratteristico colore rosa della sabbia, formata dallo sbriciolamento di milioni di gusci di animali marini rosacei ed oggi la si può visitare solo se accompagnati dalle guide del  Parco.
Questa misura drastica fu presa per ridare alla spiaggia il suo equilibrio naturale, in quanto in passato fu saccheggiata a tal punto dai turisti, quasi ad arrivare alla completa sparizione della sua sabbia rosa.
La Spiaggia Rosa è stata immortalata nel film del 1964 “Deserto rosso” di Michelangelo Antonioni.

Molto bella da vedere è anche la Spiaggia del Cavaliere che si affaccia sullo splendido Porto della Madonna (specchio d’acqua eguagliabile ad una piscina naturale che si viene a formare tra le isole di Budelli, Razzoli e Santa Maria, caratterizzato da un fondale trasparente e da un mare cristallino).

Published in: on 27 agosto 2012 at 15:52  Lascia un commento  

Un posto nel mondo

Titolo: Un posto nel mondo

Autore: Volo Fabio

Anno di pubblicazione: 2006

Pagine: 246

Editore: Mondadori (collana Arcobaleno)

Voto: 5

Questo romanzo mi ha deluso..troppe frasi retoriche..troppe banalità

Un posto nel mondo” è il terzo romanzo scritto dal conduttore, scrittore e attore Fabio Volo.  

I protagonisti del romanzo sono due amici, Michele e Federico, che condividono tutto, da una vita intera. Ma, durante una delle loro serate a base di birra e “cavolate”, Federico si apre, come non aveva mai fatto prima, con il suo amico: sembra un fiume in piena, le sue parole sembrano diverse alle orecchie di Michele.

Federico ha deciso di intraprendere un viaggio, da solo,senza meta e senza soldi, per cercare di trovare un senso alla sua vita.

Finirà  a Capo Verde, luogo in cui ritroverà se stesso. Dopo ben 5 anni ritorna in Italia e Michele non riconosce più il suo amico: è diverso, dice parole lontane dalla sua mente. Il loro legame, comunque, è forte e rivivranno insieme alcuni momenti di spensieratezza. Ma Federico riparte: questa volta per un viaggio senza ritorno.

Michele però ora si ritrova e riesce a capire le parole dette dall’amico: anche lui partirà per il suo viaggio, troverà il suo posto nel mondo, troverà posto nel cuore di una donna e ritroverà l’amico negli occhi di una bambina.

Published in: on 14 agosto 2012 at 13:05  Lascia un commento