Splendore

Blog1

Titolo: Splendore

Autore : Mazzantini Margaret

Anno di pubblicazione: 2013

Pagine: 309

Editore: Mondadori (collana Scrittori italiani e stranieri)

Voto:

 

Avevo molte aspettative su questo romanzo.. la trama mi intrigava…ed invece ho faticato a terminarlo..troppo lento..senza coinvolgimento emotivo…

separatori (132)

Avremo mai il coraggio di essere noi stessi?” si chiedono i protagonisti di questo romanzo. Due ragazzi, due uomini, due destini. Uno eclettico e inquietto, l’altro sofferto e carnale. Una identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. Un filo d’acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi. Nel luogo dove hanno imparato l’amore. Un luogo fragile e virile, tragico come il rifiuto, ambizioso come il desiderio. L’iniziazione sentimentale di Guido e Costantino attraversa le stagioni della vita l’infanzia, l’adolescenza, il ratto dell’età adulta. Mettono a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, la stessa incolumità personale. Ogni fase della vita rende più struggente la nostalgia per l’età dello splendore che i due protagonisti, guerrieri con la lancia spezzata, attraversano insieme. Un romanzo che cambia forma come cambia forma l’amore, un viaggio attraverso i molti modi della letteratura, un caleidoscopio di suggestioni che attraversa l’archeologia e la contemporaneità. E alla fine sappiamo che ognuno di noi può essere soltanto quello che è. E che il vero splendore è la nostra singola, sofferta, diversità.

 

(Dal web)

Published in: on 25 settembre 2014 at 13:00  Lascia un commento  

Sex Tape – Finiti in rete

Non è facile far ridere il pubblico..i più bravi ci riescono con la l’originalità, con la mimica… i mediocri ci provano con parolacce e con scene banali..rivisti e rivisti…Non mi piace la comicità volgare..e per questo sono rimasta molto delusa da questo film…troppe parolacce..la trama è praticamente inesistenze…Cameron Diaz è un’attrice che apprezzo molto..ma questa volta neppure lei arriva alla sufficienza..

 Blog2

Published in: on 24 settembre 2014 at 14:50  Comments (1)  

Per vendetta

PerissinottoPERVENDETTAesec.indd

Titolo : Per vendetta

Autore: Perissinotto Alessandro

Anno di pubblicazione: 2009

Pagine: 243

Voto : 5¾

 

 La storia non mi ha emozionato..ma nello stesso tempo neppure annoiato..è un romanzo mediocre..che già dopo qualche settimana dimenticherò…

dinnerbar1Efrem Parodi, trentacinque anni, è il nuovo professore di Storia contemporanea della Piccola Città, nel nord-ovest dell’Argentina. Quando arriva in Sudamerica vuole solo inseguire il miraggio di un Nuovo Mondo, dimenticare il proprio passato e lo squallido presente dell’Italia. Alicia, seduta in prima fila, è l’alunna più brillante del corso. Lui ha il carisma, lei una bellezza selvatica che non lascia scampo. I due si osservano, poi si cercano con gli occhi e poi lo sguardo non basta più: quando infine si accende, la loro passione sembra assorbirli totalmente e placare le inquietudini di entrambi. Ma sotto quel carisma e quella bellezza si nascondono tragedie irrisolte, ferite aperte e profonde come quelle che ancora lacerano il continente sudamericano. E se le ferite tornano in superficie, l’amore si trasforma in follia. Mossi da una comune ossessione, Efrem e Alicia si spingeranno fino alla ‘fin del mundo’, in una ricerca destinata a riannodare i fili che uniscono l’Italia all’Argentina, i fili dell’emigrazione ma anche quelli che legano la P2 di Licio Gelli e il Vaticano alla feroce dittatura militare degli anni Settanta. Partito dal poliziesco, Perissinotto approda a una detection diversa, che si snoda tra gli incubi e i fantasmi della Storia. Il suo ottavo romanzo diventa così un lucido viaggio nella coscienza di un uomo e di due Paesi, un percorso che propone senza ipocrisia il tema della vendetta come consolazione dell’innocente di fronte alle mostruosità del potere.

 (Dal web)

Published in: on 23 settembre 2014 at 14:20  Lascia un commento  

La magia di un buongiorno, Un dialogo con i lettori che continua da 15 anni

Titolo: La magia di un buongiorno, Un dialogo con i lettori che continua da 15 anni

Autore: Massimo Gramellini

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine: 304

Voto:

Blog

In questo suo ultimo libroMassimo Gramellini ha raccolto 15 anni di corsivi che ha scritto sul suo giornale “La stampa” 365 Buongiorno, fatti di ironia, di allegria, ma anche di rabbia…riporta il lettore indietro negli anni..facendoci ricordare avvenimenti che non dobbiamo dimenticare… E’ da anni che seguo Massimo Gramellini nei suoi interventi a “Che tempo che fa”, le sue riflessioni sono sempre profonde..ironiche…ma non avevo mai letto i suoi romanzi… ma dovrò rimediare…

Published in: on 9 settembre 2014 at 06:53  Lascia un commento  

Gita domenicale

Chiavenna

A volte basta veramente poco per trascorrere una bella giornata…una passeggiata all’aria aperta…del buon cibo accompagnato da un po’ di buon vino…Ieri è stata una di quelle giornate…in occasione della festa dei Crotti abbiamo fatto una bella gita a Chiavenna…abbiamo passeggiato per il centro storico…fermandoci a guardare bancarelle ed assaggiando un po’ di formaggio, di cui sono super ghiotta…Non poteva mancare l’aperitivo in piazza…e un ricco pranzo a base di pizzoccheri bianchi della Valtellina e polenta Taragna…come dessert invece abbiamo provato le castagne con panna (squisite) e frittelle di mele…tutto questo accompagnato da un buon vino nero…che mi ha dato quel giusto grado di leggerezza..che ogni tanto è bello provare…Il tempo era dalla nostra parte…il cielo era limpido..un bel sole ci accompagnato tutta la giornata.

foto1

I Crotti sono cantine naturali formatesi sotto i massi di antiche frane da cui spira il “sorel”, una corrente d´aria a temperatura costante, fresca d´estate e tiepida d´inverno, che rende l´ambiente ideale per la maturazione del vino e la stagionatura di salumi ed insaccati.
In Valchiavenna, quasi ogni comune ha una sua zona dove i crotti formano degli insiemi edilizi ed urbanistici assai suggestivi, incastonati fra le rocce, addossati gli uni agli altri..

foto2

Published in: on 8 settembre 2014 at 09:00  Lascia un commento  

L’ eccezione

Titolo: L’ eccezione

Autore: Ólafsdóttir Audur Ava

Traduttore: Rosatti S.

Anno di pubblicazione: 2014

Pagine : 260

Editore: Einaudi (collana Supercoralli)

Voto: 6 ½

Blog1

La notte di capodanno, mentre Reykjavík è in festa, Flóki confessa a María di essere innamorato di un altro uomo, un collega specialista, come lui, della teoria del caos. Dopo undici anni di matrimonio, e la nascita di due gemelli, la vuole lasciare per stare finalmente con lui. Per María è un fulmine a ciel sereno: Flóki si è sempre dimostrato un marito perfetto, pieno di attenzioni piccole e grandi, oltre che un padre premuroso e attento con i loro figli. Come ha potuto non capirlo prima? Come ha fatto a non vedere? Dopo un interrogatorio serrato Flóki le confessa di essere sempre stato attratto dagli uomini: l’amore per María, anche se sincero e pieno di tenerezza, è stato la vera eccezione della sua vita. Lí fuori al freddo, mentre saluta l’anno nuovo insieme al compagno che sta per abbandonarla, María non può ancora intuirlo, ma queste imprevedibili «eccezioni» stanno per diventare l’unica vera costante della sua esistenza.
A darle man forte, in questo nuovo futuro che non pensava di doversi costruire, arrivano l’amica Perla – una psicologa affetta da nanismo, consulente matrimoniale e ghostwriter per uno scrittore islandese di thriller -, un giovane e romantico vicino di casa esperto di ornitologia, e la madre. Madre che proprio in quel momento decide di rivelarle la verità sul suo passato e sui due uomini che ha amato per tutta la vita, affidandole un’impresa che la condurrà in una casa lontana, una casa sul mare che il suo cuore non pensava di poter ricordare.


(Dal web)

Published in: on 1 settembre 2014 at 07:29  Lascia un commento