Superdonna

Foto

Titolo: Superdonna

Autore:  Lind Hera

Traduttore: Cravero R.

Anno di pubblicazione: 1997

Pagine: 352

Editore: Salani  (collana Femminili)

Voto: 6 –

 Romanzo leggero, ideale per passare un pomeriggio sotto l’ombrellone..leggendolo si ha l’idea che sia stato scritto già pensando alla rappresentazione cinematografica..

Separatore

Franziska ha 34 anni, un marito perennemente assente, due figli e tanta noia di vivere. Poi, un giorno, per uno strano errore, il suo avvocato invia al marito un fax per avviare le pratiche del divorzio. In fondo in fondo è proprio ciò che lei desiderava da tempo. E così per puro caso, si ritrova finalmente libera. Fatalità vuole che gli appunti che aveva scritto per la pratica del divorzio finiscano sulla scrivania di una casa editrice. Nasce subito un best seller. Così, Franziska, senza marito, con i suoi uomini, i figli, le amiche, il lavoro ritrova la gioia di vivere e scopre che gli affetti non legano, non soffocano, ma anzi arricchiscono

(Dal web)

Annunci
Published in: on 19 giugno 2013 at 08:30  Lascia un commento  

Sparizione

GerritsenSPARIZIONEesec.indd

Titolo: Sparizione

Autore:  Gerritsen Tess

Traduttore: Tissoni A.

Anno di pubblicazione: 2008

Pagine : 350

Editore: Longanesi  (collana La Gaja scienza)

Voto: 6 ½

 Bel thrille, scritto in maniera scorrevole e accattivante

Separatore

È la fine di un’altra dura giornata di lavoro per l’anatomopatologa Maura Isles, quando un rumore improvviso nella cella frigorifera attira la sua attenzione. Uno scherzo della stanchezza o tra i corpi in attesa di essere sottoposti ad autopsia qualcosa si è mosso? Si sa, la realtà è quasi sempre peggiore dell’incubo: una giovane e bellissima donna, il cui cadavere era stato ritrovato in mare non lontano da uno yacht club, ha ripreso a respirare. La ragazza viene trasportata d’urgenza in ospedale, dove fin da subito ha un comportamento inspiegabile: chiaramente terrorizzata – ma da cosa? -, si sottrae con violenza alle cure, si rifiuta di rispondere alle domande e di rivelare il proprio nome. Mentre medici e poliziotti le si accalcano intorno, la situazione precipita: la giovane ruba una pistola a un agente e prende in ostaggio sei persone. E per quanto possa risultare incredibile, tra loro c’è la detective Jane Rizzoli, al nono mese di gravidanza e in procinto di partorire. Chi è quella sconosciuta? Qual è la sua storia? Perché è così disperata? Domande alle quali Maura dovrà dare risposta, unendo le sue forze a quelle del marito di Jane, l’agente dell’FBI Gabriel Dean, in una disperata corsa contro il tempo. Perché il conto alla rovescia dettato dalla sequestratrice è iniziato. E la verità spalancherà le porte all’orrore…

 

(Dal web)

Published in: on 7 giugno 2013 at 12:15  Lascia un commento  

La ragazza di carta

Foto

Titolo: La ragazza di carta

Autore : Musso Guillaume

Traduttore : Serra L.

Anno di pubblicazione : 2011

Pagine: 372

Editore :Sperling & Kupfer  (collana Pandora)

Voto: 6¾

Ancora una volta Musso non mi ha deluso, anche se devo essere sincera i suoi primi romanzi avevano qualcosa in più..

Separatore

Tom Boyd è uno scrittore americano di grande successo. I suoi primi due romanzi sono diventati subito dei bestseller e ne sono stati realizzati anche i relativi film. Tom vive una storia d’amore con Aurore, una pianista francese bellissima e affascinante, ma quando lei lo lascia, lui cade in una crisi depressiva: “Da quando Aurore mi aveva lasciato, una sorta di cancro mi aveva invaso il cuore, incuneandosi in fondo a me, come un topo in una dispensa. Cannibale e onnivoro, il dolore mi aveva divorato fino a lasciarmi privo di ogni emozione e volontà”. Tom si chiude in se stesso, non risponde al telefono né al citofono, prende antidepressivi e soprattutto non riesce più a scrivere il terzo e ultimo capitolo della sua Trilogia degli Angeli, molto atteso dai fan. I suoi migliori amici, Milo e Carole, cercano in tutti i modi di farlo star meglio, ma senza successo.

Una notte, durante un temporale, Tom vede in casa sua una ragazza nuda, che si presenta come Billie Donnelly, ovvero un personaggio creato da lui e presente nei suoi romanzi. Dopo lo sconcerto iniziale, i due fanno un patto: Billie dovrà aiutare Tom a riconquistare Aurore, in cambio lui riprenderà a scrivere il terzo romanzo della Trilogia, in modo che Billie possa tornare nel proprio mondo.

 

(Dal web)

Published in: on 24 Mag 2013 at 08:54  Lascia un commento  

Chi ha spostato il mio formaggio?

Foto

Titolo : Chi ha spostato il mio formaggio?

Traduttore: Guaraldo A.

Autore : Johnson Spencer

Anno di pubblicazione: 2000

Pagine: 112

Durante il tragitto verso la stazione, la mia collega mi ha parlato di questo libro…e il giorno dopo me la portato..perché convinta che questa favola semplice, ma non banale, aiuti la riflessione..ed infatti mi ha portato a riflettere..soprattutto sulla mia situazione “sentimentale”..il desiderio di cambiamento che è scaturito, ha portato un po’ di scombussolamento nel mio fine settimana..e persiste ancora…

Separatori

Una semplice parabola che rivela una profonda verità sul cambiamento.
Una storia divertente e istruttiva su quattro personaggi che vivono in un “labirinto” e sono alla costante ricerca di un “Formaggio” che li nutra e li faccia vivere felici.
Il Formaggio è la metafora di quello che vorremmo avere dalla vita: un buon lavoro, un rapporto d’ amore, soldi, salute, serenità d’ animo. Il Labirinto è il luogo in cui cerchiamo quello che desideriamo: l’ azienda in cui lavoriamo, la famiglia, la comunità in cui viviamo.
I personaggi si trovano a fronteggiare dei cambiamenti inattesi ma il modo in cui li gestiranno porterà loro a subire meno stress e ad avere più successo nel lavoro e nella vita.

(Dal web)

Published in: on 22 Mag 2013 at 08:18  Lascia un commento  

Il corpo umano

Foto1

Titolo: Il corpo umano

Autore: Paolo Giordano

Data di uscita: 12 ottobre 2012

Rilegato: 309 pagine

Editore: Mondadori

Voto: 6/7

 E’ un romanzo a tratti cinico..crudo..che mette in mostra la parte meno eroica della guerra..le debolezze..le incertezze dei protagonisti…

separatori (132)

È un plotone di giovani ragazzi quello comandato dal maresciallo Antonio René. L’ultimo arrivato, il caporalmaggiore Roberto Ietri, ha appena vent’anni e si sente inesperto in tutto. Per lui, come per molti altri, la missione in Afghanistan è la prima grande prova della vita.
Al momento di partire, i protagonisti non sanno ancora che il luogo a cui verranno destinati è uno dei più pericolosi di tutta l’area del conflitto: la forward operating base (fob) Ice, nel distretto del Gulistan, “un recinto di sabbia esposto alle avversità”, dove non c’è niente, soltanto polvere, dove la luce del giorno è così forte da provocare la congiuntivite e la notte non si possono accendere le luci per non attirare i colpi di mortaio.
Ad attenderli laggiù, c’è il tenente medico Alessandro Egitto. È rimasto in Afghanistan, all’interno di quella precaria “bolla di sicurezza”, di sua volontà, per sfuggire a una situazione privata che considera più pericolosa della guerra combattuta con le armi da fuoco.
Sfiniti dal caldo, dalla noia e dal timore per una minaccia che appare ogni giorno più irreale, i soldati ricostruiscono dentro la fob la vita che conoscono, approfondiscono le amicizie e i contrasti fra loro, cercano distrazioni di ogni tipo e si lasciano andare a pericolosi scherzi camerateschi. Soltanto la notte, sdraiati sulle brande, vengono sorpresi dai ricordi. Nel silenzio assoluto, che è silenzio della civiltà ma anche della natura, riescono a sentire la pulsazione del proprio cuore, il ronzio degli altri organi interni – l’attività incessante del corpo umano.
L’occasione in cui saranno costretti a addentrarsi in territorio nemico sarà anche quella in cui ognuno, all’improvviso, dovrà fare i conti con ciò che ha lasciato in sospeso in Italia. Al loro ritorno, avranno sorpassato irreversibilmente la linea che separa la giovinezza dall’età adulta.
In un romanzo corale, che alterna spensieratezza e dramma, Giordano delinea con precisione i contorni delle “nuove guerre”. E, nel farlo, ci svela l’esistenza di altri conflitti, ancora più sfuggenti ma non meno insidiosi: quelli familiari, quelli affettivi e quelli sanguinosi e interminabili contro se stessi.

(Dal web)

Published in: on 14 Mag 2013 at 12:57  Lascia un commento  

Il diavolo e la rossumata

Foto

Titolo: Il diavolo e la rossumata

Autore: Casati Modignani Sveva

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 169

Editore: Mondadori Electa  (collana Madeleines)

Voto: 7 – – 

E’ una lettura molto piacevole….che mi ha fatto pensare ai ricordi dei miei nonni…La parte che mi ha appassionato meno è stata quella dedicata alle ricette..ma le postille poste alla fine di ogni ricetta sono divertenti…

Separatore

1943, Milano è sotto le bombe degli Alleati. Una famiglia è sfollata in una cascina fuori città. Una bambina affidata alle cure dei nonni cresce immersa in un universo rurale, dove ha inizio il suo apprendistato alla vita. La bambina protagonista di questo libro è Sveva Casati Modignani, la quale affida per la prima volta a un racconto autobiografico i ricordi della sua infanzia, che si intrecciano con la memoria di cibi e sapori. Sono anni di fame, di mercato nero e di succedanei. Le donne si ingegnano a cucinare con fantasia i pochi ingredienti di cui dispongono. Nel racconto i ricordi dell’infanzia spaziano tra ricette golose e le attività solitarie della bambina che osserva silenziosa il mondo degli adulti sempre indaffarati: tra questi una nonna amorevole e un po’ ruvida, che la crede posseduta dal Diavolo, e una mamma che, incapace di esprimere altrimenti il suo amore, cuce per lei abitini raffinati e cucina cibi gustosi. Il libro include un ricettario, con i piatti della cucina lombarda rivisitati dalle consuetudini di famiglia, tutti singolarmente commentati dall’autrice che rievoca con rara autenticità una cultura gastronomica radicata nel territorio, in un mondo di tradizioni e sapori dimenticati. “Il Diavolo e la rossumata” è un racconto personale, intenso, ironico, al quale non mancano tuttavia momenti intimi e a tratti drammatici, in cui Sveva Casati Modignani svela ai suoi lettori qualcosa di sé.

Published in: on 3 Mag 2013 at 06:56  Lascia un commento  

Il richiamo dell’angelo

images

Titolo: Il richiamo dell’angelo

Autore: Musso Guillaume

Traduttore :  Serra L.

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine:  371

Editore: Sperling & Kupfer  (collana Pandora)

Voto: 6 ++

 In questo romanzo Musso si allontana un po’ dal suo solito stile..e il racconto perde un po’ della magia che trovavo in ogni sua opera..

LIBRI_small

Un thriller romantico in cui si intrecciano suspense e sentimenti. Dentro quei telefonini c’era tutta la loro vita. New York, aeroporto JFK. In un’affollata area d’imbarco Madeline e Jonathan, due perfetti sconosciuti, si scontrano. Un vivace battibecco, poi ciascuno riprende la propria strada. Le vacanze natalizie sono alle porte: lei sta per salire sul volo per Parigi, dove possiede un avviato negozio di fiori, e lui è in partenza per San Francisco, dove gestisce un modesto ristorante. Non immaginano certo che i loro destini s’incroceranno di nuovo. Una volta atterrati e scoperto con disappunto di essersi scambiati i cellulari nell’urto, ciascuno prova l’irresistibile impulso di curiosare nei segreti dell’altro. E questa reciproca indiscrezione fa riemergere un passato doloroso per entrambi, perché nessuno dei due è quello che sembra. La foto di una ragazza scomparsa. Un volto sconosciuto eppure familiare. Una sconcertante rivelazione. Inizia così una vicenda mozzafiato, punteggiata di colpi di scena, sorprese, inattesi capricci del destino. E mentre i due protagonisti rincorrono piste sempre più pericolose, l’amore fa capolino, suggellando lo spettacolare epilogo sullo sfondo di una New York sepolta dalla neve.

 

(Dal web)

Published in: on 29 aprile 2013 at 08:35  Lascia un commento  

L’ ombra del sole

94903SOLE

Titolo : L’ ombra del sole

Autore : Maurin Christelle

Traduttore : Lionetti C.

Anno di pubblicazione: 2007

Pagine: 244

Editore : Sperling & Kupfer  (collana Pandora)

Voto: 6++

L’autore è stato bravo ad incuriosire il lettore.. Leggendo questo romanzo, mi è venuta voglia di visitare la reggia di Versailles, di leggere qualcosa sul Re Sole..e sulla sua corte.

004fh3

Oggi come ieri la luce emanata dal re Sole tinge di giallo la storia di Francia. Versailles ai nostri giorni: nella celebre reggia, teatro della sontuosa corte di Luigi XIV, una donna viene trovata morta con un foro di pistola in mezzo alla fronte. Nonostante il commissario Axel Beaumont e il suo staff dispongano immediate misure di sicurezza, la mano assassina colpisce ancora con precisione indisturbata, penetrando negli ambienti senza forzarne le serrature. In breve e con grande imbarazzo degli inquirenti, il numero delle vittime sale a quattro. Sono tutte giovani, uccise secondo le stesse modalità e senza un chiaro movente. Le persone che per motivi di lavoro ruotano attorno allo splendido palazzo vengono interrogate una per una: dall’agitatissimo direttore Evrard all’ignaro giardiniere Édouard, dalla dolce restauratrice Marie al burbero architetto Rodolphe. Ma se da questi si ricavano scarse indicazioni utili alle indagini, è dalle informazioni storiche sul luogo e soprattutto sugli intrighi e le passioni che l’hanno animato ai tempi di Luigi XIV che scaturirà il filo rosso per la risoluzione del caso. Un intreccio avvincente che proietta il lettore in un mondo sospeso fra le ombre del passato e le figure del presente in un gioco di specchi dagli esiti sorprendenti.

 

(Dal web)

Published in: on 17 aprile 2013 at 12:34  Lascia un commento  

Isolina

images

Titolo :  Isolina

Autore:  Maraini Dacia

Anno pubblicazione: 1995,

Pagine: 200

Voto :  5½

 Mi piace molto questa scrittrice, ma questa volta mi ha un po’ deluso..il resoconto degli avvenimenti è molto dettagliato, ma alla fine risulta impersonale

22

Isolina è un romanzo inchiesta, la ricostruzione attraverso documenti d’ archivio di un fatto di cronaca nera dell’ inizio del Novecento. E’anche un modo per riportare alla memoria un personaggio completamente dimenticato, ignorato . Un modo per risarcirlo.

Ciò che colpisce la scrittrice che ottant’anni dopo si mette sulle tracce di Isolina è la scomparsa di ogni traccia. Nessuno la ricorda e nessuno, soprattutto i suoi parenti, la vuole ricordare. Isolina non è morta bene. Di lei è rimasta solo una nota della spesa

 

(Dal Web)

Published in: on 12 aprile 2013 at 11:26  Lascia un commento  

Ti prego, lasciati odiare

TI-PREGO-LASCIATI-ODIARE

Titolo: Ti prego, lasciati odiare

Autore: Anna Premoli

Pagine: 318

Data di uscita: Gennaio 2013

Editore: Newton Compton

Voto: 6

 

Un romanzo leggero, divertente…l’ideale per distrarsi…

libri2

Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due team nella stessa banca d’affari londinese, tra di loro è da sempre scontro aperto e dichiarato. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: gestire i capitali di un nobile e facoltoso cliente. E così si ritrovano a dover passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l’orario d’ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di Londra e le sue “frequentazioni” non passano mai inosservate: basta un’innocente serata trascorsa in un ristorante, per farli finire sulla pagina gossip di un noto quotidiano inglese. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con la collega hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca con il facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ben presto però, quello che per Jennifer sembrava uno scherzo, si rivela più complicato del previsto e un bacio, che dovrebbe far parte della messa in scena, scatena brividi e reazioni del tutto inattesi…

Published in: on 5 aprile 2013 at 08:03  Lascia un commento