Il bassotto e la regina

Romanzo13.jpg

Titolo: Il bassotto e la regina

Autore: Melania Gaia Mazzucco

Editore: Einaudi

Anno edizione: 2012

Pagine: 101

Voto:

Una bellissima fiaba per grandi e piccioni. Adoro i cani, poi per i bassotti ho un amore particolar, da quasi tre anni, Botola (una bassottina a pelo corto) condivide con me le gioie e i dolori quotidiani. Da quando Botola è entrata nella mia vita sono alla ricerca di storie che parlano di bassotti, appena ho sentito parlare di questo romanzo, ho deciso di leggerlo, e sono stata felice di averlo fatto. Durante la lettura ho sorriso, ma mi sono anche commossa.

Platone è un bassotto dal pelo duro e la coda a pennello. Un cane da salotto, di quelli nati per fare compagnia agli uomini. A Yuri, per esempio, studente di filosofia «con gli occhiali perennemente appannati». Ma durante le vacanze Yuri segue la sua Ada su una nave da crociera, lasciando il bassotto alle cure del portiere. E proprio nella solitudine della notte di Natale avviene per Platone l’incontro che gli cambierà la vita. Nella cantina del palazzo, il Tatuato – cranio rasato e muscoli da sollevatore di pesi – nasconde scatoloni pieni di animali di contrabbando: scimmie, iguane, serpenti a sonagli, una saggia tartaruga leopardo di nome Leo, e lei, la Regina, una giovanissima levriera afghana, «poco piú che un gomitolo di neve». Per Platone è il colpo di fulmine. Ma il cuore della Regina è altezzoso, e neanche le canzoni che il bassotto intona giorno e notte per tenerle compagnia riescono a conquistarla. A raccontarci questa storia tenera e profonda, dal suo osservatorio speciale tra le foglie di un albero, un pappagallo che conosce tutte le lingue del mondo, e tutte le pieghe dell’anima. Melania Mazzucco ci appassiona e ci commuove col piú classico dei generi, regalandoci una favola intensa e luminosa sul coraggio dei propri sogni e sulla magia che a volte la vita regala – come a Laika, il cane astronauta che diventò una stella.

(Dal web)

 

Published in: on 13 giugno 2017 at 14:22  Lascia un commento