Terremoto

Nel giro di pochi giorni l’Itala è stata colpita da due violenti terremoti, che hanno causato distruzione e morte..


Il terremoto è un fenomeno naturale che si manifesta con un improvvisa, rapida vibrazione del suolo causata dal rilascio di una grande quantità di energia accumulata nel sottosuolo.

Ha una durata che difficilmente supera il minuto. L’evento principale qualche volta  è preceduto da qualche scossa di “avvertimento”, ma, soprattutto, è seguito da una serie di “repliche” minori, che sono causate dal naturale assestamento del terreno.

I più grandi e devastanti terremoti di questo secolo si sono verificati in Cile (M 8.9), Alaska (M 8.4), Cina (M 8.2), Isole del Pacifico (M 8.0), Iran (7.6), che hanno causato centinaia di migliaia di morti.

I terremoti sono in genere classificati in base alla loro origine in tre grandi categorie:

  • I terremoti TETTONICI sono i più frequenti e quelli più estesi di intensità. Sono dovuti alla brusca liberazione dell’energia meccanica accumulata gradualmente all’interno della crosta terrestre;
  • I terremoti VULCANICI precedono e accompagnano le eruzioni vulcaniche, sono raramente in relazione con i precedenti, hanno carattere locale e, in genere, di minore intensità;
  • I terremoti DI CROLLO sono i meno frequenti e quelli più locali e superficiali; sono tipici di terreni carsici e dovuti, provocati, dal crollo delle volte di cavità sotterranee.

Una quarta categoria comprende tutti quei terremoti di debole intensità (MICROSISMI), avvertibili solo con strumenti adatti (sismografi)

 

Published in: on 30 Mag 2012 at 09:59  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://lilla1979.wordpress.com/2012/05/30/terremoto/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Con la prima si stima il valore dell’energia liberata dal sisma (da 1 a 9 gradi); con la seconda vengono stimati il grado di percezione sulle persone e gli effetti prodotti dalla scossa sulle cose tenendo conto del grado di vulnerabilità degli edifici e delle opere umane (da 1 a 12) . E’ quindi difficile ed empirico accumunare le due scale, proprio perchè anche un sisma di medio-piccola potenza potrebbe provocare seri danni agli edifici e/o alle persone a seconda del grado di vulnerabilità degli stessi.Scala MercalliI-II > Percezione strumentaleIII-V > percezione crescente, reazioni di paura, caduta di oggetti, ma nessun dannoV-VII danni lievi agli edifici, in particolare a quelli non antisimiciVIII-XI > crolli e distruzione di una percentuale crescente di edificiXII > sconvolgimento catastrofico. Storicamente mai raggiunto.I più grandi e devastanti terremoti di questo secolo si sono verificati in Cile (M 8.9), Alaska (M 8.4), Cina (M 8.2), Isole del Pacifico (M 8.0), Iran (7.6), che hanno causato centinaia di migliaia di morti.

  2. …questa categorizzazione del fenome è molto precisa, razionale…quasi non sembra che siano in grado di provocare tanta devastazione…un pensiero per la gente di questa terra che non smette di tremare…

    • Purtroppo le scosse non sembrano voler cessare..il mio pensiero va alle persone che hanno perso tutto..
      Che si trovano senza una casa…e con tanta angoscia e paura nel cuore..

  3. Ha una durata che difficilmente supera il minuto. L’evento principale qualche volta è preceduto da qualche scossa di “avvertimento”, ma, soprattutto, è seguito da una serie di “repliche” minori, che sono causate dal naturale assestamento del terreno. L’evento sismico viene misurato in base a due distinti criteri: 1) la magnitudo o scala Richter 2) l’intensità o scala Mercalli MCS. Con la prima si stima il valore dell’energia liberata dal sisma (da 1 a 9 gradi); con la seconda vengono stimati il grado di percezione sulle persone e gli effetti prodotti dalla scossa sulle cose tenendo conto del grado di vulnerabilità degli edifici e delle opere umane (da 1 a 12) . E’ quindi difficile ed empirico accumunare le due scale, proprio perchè anche un sisma di medio-piccola potenza potrebbe provocare seri danni agli edifici e/o alle persone a seconda del grado di vulnerabilità degli stessi.


Rispondi a nunziadaquale Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: