L’uovo di Pasqua

L’uovo di Pasqua ha origini molto antiche che si rifanno a riti legati all’inizio del periodo primaverile visto come rinnovamento della natura e quindi legato alla fecondità. Durante i secoli si sono poi aggiunte altre tradizioni e leggende legate a questo strano prodotto della natura.

L’uovo rappresenta la Pasqua nel mondo intero: c’è quello dipinto, intagliato, di cioccolato, di terracotta e di carta pesta. Ma mentre le uova di cartone o di cioccolato sono di origine recente, quelle vere, colorate o dorate hanno un’origine radicata nel lontano passato.

Le uova nella storia

 Le uova, forse per la loro forma e sostanza molto particolare, hanno sempre rivestito un ruolo unico, quello del simbolo della vita in sé, ma anche del mistero, quasi della sacralità. Già al tempo del paganesimo in alcune credenze, il Cielo e la Terra erano ritenuti due metà dello stesso uovo, e le uova erano il simbolo del ritorno della vita.
Gli uccelli infatti si preparavano il nido e lo utilizzavano per le uova: a quel punto tutti sapevano che l’inverno ed il freddo erano ormai passati.

I Greci, i Cinesi ed i Persiani se li scambiavano come dono per le feste Primaverili, così come nell’antico Egitto le uova decorate erano scambiate all’equinozio di primavera, data di inizio del “nuovo anno”, quando ancora l’anno si basava sulle le stagioni.

Un tempo si usavano le uova colorate che venivano nascoste fra i semi di frumento, per favorire un raccolto abbondante, oppure si passavano sul dorso del bestiame, prima di mandarlo al pascolo, per incrementare una quantità più abbondante di latte.
Le uova venivano pertanto considerate oggetti dai poteri speciali, ed erano interrate sotto le fondamenta degli edifici per tenere lontano il male, portate in grembo dalle donne in stato interessante per scoprire il sesso del nascituro e le spose vi passavano sopra prima di entrare nella loro nuova casa.

Le uova, associate alla primavera per secoli, con l’avvento del Cristianesimo divennero simbolo della rinascita non della natura ma dell’uomo stesso, della resurrezione del Cristo: come un pulcino esce dell’uovo, oggetto a prima vista inerte, Cristo uscì vivo dalla sua tomba.

Nella simbologia, le uova colorate con colori brillanti rappresentano i colori della primavera e la luce del sole. Quelle colorate di rosso scuro sono invece simbolo del sangue del Cristo.

Uova decorate


L’usanza di donare uova decorate con elementi preziosi va molto indietro nel tempo e già nei libri contabili di Edoardo I di Inghilterra risulta segnata una spesa per 450 uova rivestite d’oro e decorate da donare come regalo di Pasqua.

All’inizio le uova decorate erano di legno o di osso, decorate con motivi floreali, ma con il passare del tempo sono diventate sempre più preziose, fino ad arrivare all’uovo d’oro. All’inizio le uova decorate erano di legno o di osso, decorate con motivi floreali, ma con il passare del tempo sono diventate sempre più preziose, fino ad arrivare all’uovo d’oro. L’uovo d’oro conteneva un minuscolo pulcino tutto d’oro, all’interno del quale di trovava una copia della corona imperiale, dentro la quale, a sorpresa, si trovava un rubino a forma di uovo, che lo zar Alessandro III donava ogni anno alla zarina.

L’orafo degli zar, Peter Carl Fabergé, creava ogni anno degli esemplari molto raffinati di uova, che decorava nei minimi particolari. Lo zar Alessandro III Romanov, vissuto dal 1845 al 1894 e tristemente famoso per la sua politica reazionaria e rigidamente repressiva, faceva dono delle famose uova di Fabergé alla moglie e ai membri della corte imperiale.
Questa tradizione era iniziata nel 1885 e venne mantenuta anche dal figlio di Alessandro III, Nicola II Romanov, vissuto dal 1868 al 1918 e giustiziato a causa della sua politica criminale. Anche lui, in occasione delle festività pasquali, regalava le preziose uova uscite dal laboratorio orafo di Fabergé sia alla moglie che alla madre.

 

Il gioco con le uova a Montefalco

Tra i riti pasquali, legati alle uova, uno in particolare merita di essere ricordato. In Umbria, a Montefalco in provincia di Perugia, la Pasqua viene festeggiata con le processioni, la musica, le campane e anche con un curioso gioco con le uova. Ogni partecipante deve rompere con la punta del proprio uovo il guscio dell’avversario. Il vincitore è colui che raccoglie più gusci.
Sempre per Pasqua, nel convento di Sant’Agostino di Montefalco, si tiene la “Settimana Enologica”, una mostra mercato dedicata ai vini umbri. Montefalco è chiamato anche “Ringhiera dell’Umbria”, per la sua splendida posizione panoramica. E’ incluso tra i borghi più belli d’Italia e visitarlo è come fare un tuffo nel Medioevo. Conserva la pianta quadrata romana, alla quale si sono sovrapposti gli anelli concentrici delle vie medioevali. Il borgo si fregia anche del titolo di “Città del vino”, infatti si trova al centro della Strada del Sagrantino, uno dei vini rossi più blasonati e pregiati di’Italia.

 

Le uova di Pasqua di cioccolato

Tra i dolci di Pasqua che hanno avuto una notevole diffusione nazionale, l’uovo al cioccolato è il dono che tradizionalmente si regala nella ricorrenza pasquale non solo ai bambini, ma anche agli adulti. Può essere fatto di vari tipi di cioccolato, ben confezionato e di solito corredato di gradita sorpresa. In questo periodo dell’anno anche le pasticcerie fanno a gara a proporre uova di produzione artigianale, riccamente decorate.

 

La leggenda dell’uovo di Pasqua

La leggenda narra che la Notte, alata e nera, era corteggiata dal Vento, forte e impetuoso. Travolti da una folle passione si unirono e diedero alla luce delle uova che, una volta schiuse, divennero i progenitori dell’umanità.


Published in: on 4 aprile 2012 at 12:35  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://lilla1979.wordpress.com/2012/04/04/luovo-di-pasqua/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: