La Colomba Pasquale

La Colomba è il dolce simbolo della Pasqua, e se non è Natale senza il Panettone, non è Pasqua senza la Colomba.

Il simbolo della colomba nella religione

Alla fine del pranzo pasquale è quasi d’obbligo un dolce a forma di colomba, che in questa occasione simboleggia sia il Cristo che lo Spirito Santo.
Può essere infatti il simbolo di Gesù Cristo che porta la pace nel mondo agli uomini di buona volontà, ma anche il simbolo dello Spirito Santo che scende sui fedeli, grazie al sacrificio del Redentore, come insegna la liturgia del battesimo e della confermazione strettamente legata alla Pasqua.
La colomba nell’arte può avere molteplici significati:
– su molte lucerne dei primi secoli è incisa una colomba posata su un calice, adorata da due colombelle, agnellini e pesciolini, questa raffigurazione simboleggia il Cristo che offre ai fedeli l’Eucaristia;
– un’altra scena frequente dell’arte cristiana primitiva è rappresentata da due colombe che ne adorano una più grande, posta in cima alla croce, per significare che i cristiani devono imitare il loro modello;
– se invece si posa con un ramoscello d’ulivo nel becco su una barca stilizzata, è il simbolo del Salvatore che viene a proteggere la Chiesa nella sua navigazione attraverso i secoli;
– mentre se la colomba si sta avvicinando all’arca, sulla quale un uomo protende le mani, è simbolo del Cristo che porta la pace nell’anima.

Com’è fatta la colomba

 La Colomba è originaria della Lombardia, del Pavese in particolare, ma è diffusa su tutto il territorio nazionale, viene proposta in diverse versioni originali e compare su tutte le tavole alla fine del pranzo pasquale, ma anche in seguito per colazioni e merende.
L’impasto e la morbidezza della Colomba sono simili quello del panettone, cambia la foggia che è appunto a forma di colomba. Si compone di farina, lievito naturale, burro, zucchero, uova, cedro candito e uva sultanina.

Colombe tradizionali e speciali

Le Colombe sono presenti sul mercato in molte versioni, le più diffuse sono quelle tradizionali preparate con pasta dolce lievitata, soffici, arricchite con poca arancia candita, ricoperte con uno strato di glassa, mandorle e granella di zucchero.
Ci sono anche in versione senza canditi, un ingrediente che non è sempre gradito a tutti.
Le colombe possono essere rivestite di glassa, bianca oppure al cioccolato, e farcite con creme varie, per esempio al cioccolato, alla vaniglia o al liquore.

(Dal web)

Published in: on 3 aprile 2012 at 12:23  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://lilla1979.wordpress.com/2012/04/03/la-colomba-pasquale/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: