Bob Marley

Io non cancello nulla in questa mia vita.

Ogni cosa, ogni minima cosa, mi ha reso quel che sono adesso.

Le cose belle mi hanno insegnato ad amare la vita.

Le cose brutte, a saperla vivere.

(Bob Marley)

Questa frase di Bob Marley mi piace molto,

racchiude un po’ il modo di pensare..

Annunci
Published in: on 13 giugno 2011 at 11:58  Lascia un commento  

Il bacio dell’angelo caduto (Becca Fitzpatrick)

Oggi vi voglio parlare di un romanzo fantasy, genere che ultimamente sto spopolando molto…

Il Bacio dell’Angelo Caduto, è il romanzo che apre una serie urban fantasy per adolescenti dedicata alle figure angeliche che coniuga il fascino di una  storia gotica e misteriosa al romanticismo di una giovanile storia d’amore.

L’esistenza noiosa e monotona di Nora, una ragazza seriamente interessata allo studio e poco ai ragazzi, è sconvolta dal brusco arrivo di Patch, un bad boy fino al midollo: sarcastico, affascinante, tenebroso e deliziosamente insopportabile… almeno in un primo momento. Il nuovo ragazzo è casualmente anche il suo compagno di banco a biologia e inevitabilmente l’attrazione tra i due divampa. Da una parte Nora si sente attratta dall’aura sensuale e misteriosa di Patch ma quest’ultimo nasconde un segreto inconfessabile ad un’umana. Non avrebbero dovuto innamorarsi ma i sentimenti che provano l’uno per l’altra prevaricano sulle ragioni che li spingono a restare divisi, ognuno nel proprio mondo.

Egli è un angelo caduto che, per lussuria e desiderio di qualcosa che non poteva avere, è stato cacciato dai cieli senza poter ottenere il perdono per il peccato commesso. La redenzione non era contemplata. Patch è come se vivesse dentro una lastra di vetro che lo circonda e lo isola dal resto del mondo. Tocca ma non sente quello che la sua mano sfiora, bacia ma non riesce a percepire la morbidezza delle labbra, rimane sotto la pioggia ma non sente le gocce che gli lavano il viso… Vive un’esistenza senza sensazioni reali che riesce a rompere solo per 2 sole settimane quando possiede il corpo di un Nephilim, creatura leggendaria nata dall’unione di angeli caduti e donne umane. Lui però vuole assolutamente diventare umano e poter finalmente vivere normalmente ma per realizzare il suo sogno più grande deve rinunciare a qualcosa a cui tiene… Nora. Trovarla era stato per lui trovare qualcuno che non sapeva di cercare. Ma ora che con lei ha trovato la felicità saprà anche rinunciarci?

Ecco alcune recensioni che ho trovato su internet:

  • Libro dal sapore romantico ma con un tocco di passione…estremamente veloce da leggere, cattura l’attenzione per il suo mix di pazzia e intrighi…da leggere
  • Più che carino…ho finito di leggerlo ieri,si è vero la storia non è nuova però abbastanza intrigante..
  • Un libro davvero avvincente, la scrittrice anche se al suo primo lavoro, è stata davvero capace di far sentire il lettore come se fosse partecipe del libro della trama… non mi capitava da tanto tempo di leggere un libro tutto d’un fiato. Lo consiglio a chi crede che oltre a tutto quello che si vede ci sia un mondo dimenticato.

 

Published in: on 10 giugno 2011 at 14:10  Lascia un commento  

Vacanze finite…

Sono appena ritornata dalle Gran Canarie..e già mi manca il ritmo della vacanza..domani non ho propri voglia d’andare al lavoro e ritornare alla solita routine..Ho passato quattro giorno perfetti..non è stata la solita vacanza mare e spiaggia, eravamo sempre in movimento..abbiamo circumnavigato l’intera l’isola, visitando le spiagge più “pubblicizzate”, i paesini più turistici, ma anche le zone più sperdute e spiagge quasi inesistente..siamo anche arrivati a 1800 metri, circondanti dalla nebbia..abbiamo guidato in strade deserte..abbiamo partecipato ad una festa tradizionale dell’isola..potendo ammirare i loro stupendi costumi, le loro tradizioni, che il turista spesso non coglie..Adesso vorrei uscire sul terrazzino e ammirare l’Oceano..vorrei guardare la cartina è organizzare la giornata di domani..Questa vacanza è stata speciale, anche grazie al mio compagno di viaggio..che ha organizzato tutto..senza però togliere spazio all’improvvisazione..Questi quattro giorno sono entrati ha far parte dei mie ricordi più belli..

Published in: on 6 giugno 2011 at 20:52  Lascia un commento