La promessa di Natale

Romanzo1.jpg

Autore: Sue  Moorcroft

Pagine: 383 pagine

Anno di pubblicazione: 2017

Voto: 6

Romanzo un po’ deludente, mi ero immaginata più emozioni

Ava confeziona cappelli su misura, ma la sua vita è tutt’altro che perfetta. I clienti scarseggiano, ci sono le spese da pagare, un ex fidanzato assillante e, come se non bastasse, il Natale è alle porte. Ava detesta le festività natalizie, soprattutto da quando non c’è più sua nonna, l’unica nella sua famiglia che le abbia mai fatto assaporare lo spirito del Natale. In una fredda sera di dicembre, nella vita di Ava piomba Sam Jermyn, il capo della sua coinquilina Izz. Tra i due volano scintille, e non in senso del tutto positivo. Sam non si lascia scoraggiare dalle resistenze di Ava e, deciso ad aiutarla, le commissiona un cappello per una persona che gli sta molto a cuore. Complice la magia di un Natale che si rivelerà indimenticabile, Ava si ritrova così a impegnarsi in una promessa che le cambierà la vita.

(Dal web)

 

Annunci
Published in: on 12 gennaio 2018 at 09:28  Lascia un commento  

Cinque cuccioli sotto l’albero

Romanzo47

Autore: W. Bruce Cameron

Traduttore: A. Di Liddo

Editore: Giunti Editore

Anno edizione: 2013

Pagine: 240 p.

Voto: 7 ½

 

Bellissimo romanzo…Se amate i cani ed amate il Natale dovete leggerlo, è impossibile non commuoversi…

Josh vive sulle montagne del gelido Colorado, in una casa troppo grande per il suo cuore a pezzi: Amanda, il vero amore della sua vita, se n’è andata, e la prospettiva di un Natale da solo non è allettante. Ma basta qualche piccolo scherzo del destino a mettere tutto sottosopra in un batter d’occhio. Cosa succede infatti se il vicino di casa in partenza per l’Europa gli molla Lucy, una cagnona irresistibile dagli occhi languidi? E se nel retro del suo pick-up trova uno scatolone da cui spuntano cinque cagnolini infreddoliti? Alle prese con tutti questi cani senza mai averne avuto uno, Josh non ha più tempo per disperarsi: ora la casa si è trasformata in un allegro campo giochi. Lucy è diventata l’adorabile mamma adottiva dei cuccioli e Josh l’umano capo branco che, con l’aiuto della bella Kerri che lavora nel canile vicino, si prende cura di loro in attesa che qualcuno li adotti per Natale. Ma l’affetto per i nuovi amici a quattro zampe cresce ogni giorno di più, insieme al legame con Kerri. Finché, all’improvviso, Amanda torna a bussare alla sua porta… “Cinque cuccioli sotto l’albero” è una favola natalizia sull’amore, sull’amicizia e sulla fedeltà.

(Dal web)

Published in: on 2 gennaio 2018 at 13:14  Lascia un commento  

Un battito d’ali

Romanzo46

Autore: Sveva Casati Modignani

Anno pubblicazione: 2017

Pagine: 163

Voto: 6

Romanzo carino… che si legge velocemente.

Sveva è inginocchiata nel suo giardino, intenta a sradicare le erbe infestanti. All’improvviso sente un profumo inequivocabile, quello di suo padre, e si rende conto di quanto lui le sia ancora vicino nonostante sia mancato ormai trent’anni fa. “Caro papà, è stato così che ho deciso di raccontarti quello che ti ho sempre taciuto…”, scrive, aprendo lo scrigno della memoria. Il ricordo la riporta alla fine degli anni cinquanta, a Milano, quando è una giovane donna costretta a lasciare l’università per affacciarsi al mondo del lavoro con la piena consapevolezza di non saper fare nulla di concreto. Si improvvisa segretaria prima in un ufficio di rappresentanza commerciale, poi in una prestigiosa galleria d’arte, dove incrocia artisti e intellettuali che solleticano la sua curiosità. Ma per quel lavoro non sente alcuna inclinazione, e ben presto capisce di dovere imboccare un’altra strada, perché ciò che le piace davvero è il mestiere di scrivere. Diventerà una narratrice dopo anni di giornalismo. Gli esordi di Sveva Casati Modignani hanno dell’incredibile, anche perché raccontano un’Italia del boom economico che non esiste più, dove le prospettive di lavoro erano molto diverse da oggi. In questo viaggio nel passato, che alterna una graffiante lucidità con la tenerezza che la lega alle persone amate, l’autrice conduce il lettore fino alle soglie della sua affermazione come scrittrice, quando pubblica il suo primo romanzo. E ci ricorda che, nella vita, nulla avviene per caso, che dagli errori si può imparare, che ogni porta chiusa ha una sua chiave per aprirsi

(Dal web)

Published in: on 2 gennaio 2018 at 13:04  Lascia un commento  

Una finestra vistalago

Romanzo45

Autore: Andrea Vitali

Anno di pubblicazione: 2003

Pagine: 364

Voto: 6 ½

Leggo sempre con piacere i romanzi di Vitali, mi piace molto il suo stile di scrivere…il modo in cui descrivi luoghi a me familiari e cari.

Il romanzo si svolge attorno ad un nome molto comune in quel di Bellano, un tal Arrigoni Giuseppe. Tradimenti, figli indesiderati, matrimoni quasi riparatori, politica e amore si intrecciano in un paese che dagli anni venti agli anni settanta ne vede di cambiamenti ma resta pur sempre un paese sulle rive del lago di Lecco.

 

(Dal web)

Published in: on 23 novembre 2017 at 10:28  Lascia un commento  

La ragazza di Brooklyn

Romanzo44

Autore: Guillaume Musso

Traduttore: S. Arecco

Anno pubblicazione: 2016

Pagine: 435 p.

Voto: 6 ¾

Questa volta Musso in versione triller mi ha convinto…Bello il finale.

Raphael – un giovane scrittore di successo, ora in crisi creativa, e ragazzo padre – da sei mesi ha una relazione con Anna. Anna è bella, dolce, intelligente, eppure nasconde qualcosa. Durante un weekend d’amore in Costa Azzurra, a sole tre settimane dal loro matrimonio, Raphael non riesce a trattenersi e, con insistenza, chiede ad Anna dettagli sul suo passato. Anna, esasperata, mostra a Raphael un’immagine dalla galleria fotografica del suo tablet, urlando: “Vedi questo? L’ho fatto io.” Raphael inorridisce alla vista di quella immagine e fugge via. Un gesto di cui subito si pente. Ma al suo ritorno, Anna non è più lì. Raphael la cerca sul cellulare, che risulta spento. Torna a Parigi, dove spera di ritrovarla, ma Anna non è a Parigi. Raphael la ama, è pronto a perdonarle tutto. Ma deve ritrovarla. Chiede aiuto a un suo amico, ex poliziotto, Marc Caradec. Insieme perquisiscono la casa di Anna, ma il buio diventa ancora più profondo, e il mistero sempre più denso: nell’appartamento trovano 400.000 euro in contanti e due carte di identità false. Dunque Anna, forse, non è Anna; e le reticenze di Anna sulla propria vita non erano senza motivi; e quell’immagine, spaventosa, rimane, per Raphael, una delle poche tracce da seguire, per scoprire la verità sulla persona che ama.

(Dal web)

Published in: on 22 novembre 2017 at 09:34  Lascia un commento  

Il club della calzetta

Romanzo43

Autore: María Reimóndez

Traduttore: A. Castellucci

Anno edizione: 2007

Pagine: 286 p.

Voto: 6 ½

Bel romanzo…scritto bene…

Sei donne molto diverse tra loro partecipano a un corso di lavoro a maglia: una domestica obesa, una giovane impegnata politicamente, una ragazza bellissima e stanca di essere considerata solo un soprammobile, un’anziana molto religiosa, una prostituta, una donna con una grave menomazione fisica, tra un punto e l’altro si intrecciano i racconti, nascono vincoli di amicizia, la solitudine di ognuna si trasforma in solidarietà. Scritto con una struttura “a maglia”, il libro è un romanzo a più voci che parla di ogni donna e delle sue piccole e grandi battaglie quotidiane.

(Dal web)

Published in: on 14 novembre 2017 at 09:37  Lascia un commento  

Con quello sguardo un po’ così

Romanzo42

Autore: Frauke Scheunemann

Pagine: 278 pagine

Anno di pubblicazione: 2011

Voto: 6 +

Romanzo carino, divertente…Se amate gli animali vi consiglio di leggerlo.

Ultimo discendente di una blasonata famiglia di bassotti, Carl-Leopold von Eschersbach non riesce in alcun modo ad abituarsi alla vita proletaria del canile in cui è stato abbandonato. Così, quando una ragazza di nome Carolin lo porta a casa con sé, il cucciolo è pazzo di gioia. Carolin è il miglior essere umano al mondo, ne è sicuro. E che importa se decide di chiamarlo Ercole? Se a lei piace quel nome buffo e un po’ ridicolo, piacerà anche a lui. Perché ora la sua vita di bassotto è proprio bella. Certo, sarebbe maglio se non ci fosse Thomas, il fidanzato di Carolin. Lui è prepotente, rumoroso e ha un odore insopportabile. E, come se non bastasse, tratta male Carolin. Per questo, Ercole escogita un piano ingegnoso per aiutare la sua padroncina a sbarazzarsi di Thomas e a trovare un nuovo fidanzato… con un odore migliore!

(Dal web)

Published in: on 10 novembre 2017 at 11:16  Lascia un commento  

Dolcetto o scherzetto ??

Venite con me

È la festa di Ognissanti

Faremo tremare tutti quanti.

Gli scherzi, stavolta

son giustificati le risa e i lazzi perfino aumentati.

(Da una cartolina di Halloween del XIX secolo)

22894044_769682296533535_6521639103341838234_n

 

 

Published in: on 31 ottobre 2017 at 09:07  Lascia un commento  

Adoro le sfere con la neve…

Un artigiano austriaco mise a punto un secolo fa la formula delle magiche sfere ormai usate come souvenir in tutto il mondo. Uno degli oggetti simbolo del Natale nacque in realtà nel tentativo di illuminare meglio le sale operatorie: un globo di vetro, dell’acqua e granellini riflettenti…

Erwin Perzy I era un artigiano specializzato nella realizzazione di utensili, in particolare strumenti chirurgici e fu durante i suoi studi per migliorare l’illuminazione nelle sale operatorie che inventò la prima palla con la neve. Un chirurgo gli aveva infatti chiesto di rendere il bulbo delle lampadine di Edison più brillante e Perzy cercò di usare e migliorare a questo scopo un trucco usato dai calzolai per illuminare i loro laboratori. Gli artigiani riempivano infatti una boccia di vetro con dell’acqua e la mettevano di fronte alle candele per riflettere la luce. Per ampliare l’effetto Perzy provò ad aggiungere alla boccia piena d’acqua anche dei piccoli oggetti e granellini di materiale riflettente. L’idea non funzionò, perché le particelle galleggiavano riflettendo la luce per un po’, ma finivano comunque per posarsi sul fondo, con un effetto luminoso limitato. Perzy restò comunque affascinato da quella neve artificiale e vi introdusse, su suggerimento di un amico proprietario di un negozio di souvenir, una miniatura in peltro di una chiesa. Era nata la prima palla di neve, Perzy la brevettò e presto i globi con soggetto religioso divennero uno dei pezzi forti degli addobbi natalizi che abbelliscono i mercatini e i negozi durante le feste in Austria e Germania.

Il laboratorio di Perzy nonno è diventato oggi anche un museo, ma la fabbrica attigua funziona a pieno ritmo. Circa 200mila “Schneekugel” escono ogni anno dal laboratorio di Vienna, dirette per il 90 per cento all’estero.

 

(Dal web)

Giovedì

 

Published in: on 26 ottobre 2017 at 09:56  Lascia un commento  

Fra due mesi è la vigilia di Natale

Del Natale amo i colori delle luci, l’aria più fredda, i regali sotto l’albero, le felpe più larghe o le corse per preparare l’ultima sorpresa. Ho sempre pensato che a Natale diventa tutto più magico… tutto cambia, a partire dall’atmosfera o dal profumo della tua stanza.. tutto cambia un po’ come noi…

22687721_10214997297672837_7479089843972344401_n

 

Published in: on 24 ottobre 2017 at 14:17  Lascia un commento